• Notizia
  • Finanza

Opec: petrolio crollo, accordo difficile (Analisi 30 Novembre 2016)

Opec: petrolio crollo, accordo difficile (Analisi 30 Novembre 2016)

E Teheran non ha mai nascosto la sua ostilita' a una riduzione della produzione, ribadendo la sua intenzione di rialzare entro marzo il suo 'output' a 4 milioni di barili al giorno.

Il meeting del Gruppo dei Paesi Esportatori ha preso il via in quel di Vienna ed il sentiment generale (come d'altronde mostrano i prezzi del greggio in recupero) è caratterizzato da un notevole ottimismo (valori visibili nel grafico a seguire). E' da otto anni che l'Opec non vara un taglio della produzione e, nel frattempo, il prezzo si e' piu' che dimezzato, passando da 112 a 46 dollari al barile.

"Siamo vicini ad un accordo ma bisogna definire i termini finali, una distribuzione equa dei tagli alle quote di produzione per ogni paese".

A minare le basi per giungere a un possibile accordo, l'ostilità crescente tra Arabia Saudita e Iran.

Cresce l'attesa per il vertice Opec in programma oggi 30 novembre a Vienna.

Dell'accordo, a questo punto, dovrebbe fare parte anche la Russia, oltre qualche altro membro esterno all'OPEC. Col passare delle ore diventa sempre più difficile credere nella possibilità di un accordo che sia qualcosa di più di un paravento, per cercare di salvare la faccia di fronte all'incapacità di tagliare la produzione di petrolio in modo consistente e soprattutto condiviso da tutti i Paesi membri.

La diffusione del report non ha avuto alcun impatto sull'andamento del petrolio che si conferma in deciso rally, fotografato a 48,5 dollari, con un volo del 7,23%.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Colletta Alimentare, in provincia raccolti 42 tonnellate

In Sicilia sono state raccolte 436 tonnellate di alimenti (contro 446 del 2015) grazie all'impegno di 17mila volontari impegnati in mille punti vendita.

Truffa milionaria sui rifiuti: coinvolti 24 Comuni

Centinaia di migliaia di cittadini avrebbero pagato bollette per prestazioni e servizi falsamente forniti . Nel mirino il vertice direttivo di " Genesu spa ", società che gestisce servizi di nettezza urbana.

Milan, infortuni per Bonaventura e Mati Fernandez

Di certo ora la situazione in mezzo al campo diventa seria e preoccupante e prevede per forza di cose il lancio di Pasalic oltre al recupero di Poli.

Terremoto di magnitudo 3.7 a Reggio Emilia. Scosse anche nel Mantovano

Si attendono i risultati delle verifiche che le forze dell'ordine stanno provvedendo a ultimare. E la notizia arriva subito dopo dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia .

Tragedia in Colombia, precipita un aereo Trasportava la squadra di calcio Chapecoense

Il velivono trasportava 81 persone, di cui 72 passeggeri e nove componenti dell'equipaggio (48 membri del club, 21 giornalisti). La squadra brasiliana viaggiava verso Medellin per l'andata della Copa Sudamericana contro l'Atletico Nacional .

Istat: prezzi al consumo +0,1% A novembre torna l’inflazione

In lieve ripresa l'inflazione che a novembre registra un aumento dello 0,1% rispetto a novembre 2015. L'inflazione acquisita per il 2016 passa a -0,2% dal -0,1% di ottobre.

Oddo: "Manaj come un Primavera, deve mangiare l'erba! Verre è imprescindibile"

La maggioranza degli infortuni avuti è stata da trauma e Bahebeck clinicamente stava benissimo. Infortunio Bahebeck? Difendo lo staff medico, dispiace che venga attaccato senza senso.

Rifiuti: bollette per false prestazioni, truffa milionaria a Perugia

Durante l'operazione è stato sequestrato l'impianto rifiuti Tsa di Borgogiglione che si aggiunge al sequestro di Petramelina. Entrambi rappresentano un rischio concreto dopo i recenti eventi sismici.

Meizu Pro 6 Plus compare su GeekBench, informazioni generali sul prodotto

Il sistema operativo installato è Android 6.0 Marshmallow, personalizzato con la nuova interfaccia Flyme OS 6 . Il pulsante Home nasconde il lettore di impronte digitali mTouch 2.1 e il cardiofrequenzimetro .

Spread Btp-Bund sotto i 175 punti

In apertura di seduta lo spread fra i BTp a 10 anni e i Bund di pari scadenza è arrivato a lambire quota 190 punti base (toccando un massimo a 189,5).