• Notizia
  • Scienza

Whatsapp: torna il vecchio stato senza le storie alla Snapchat

Whatsapp: torna il vecchio stato senza le storie alla Snapchat

Personalmente, avrei preferito di gran lunga un ritorno alle origini, pagando di tasca mia 0.99 cent di euro o anche di più, ma avere un servizio efficiente e sicuro piuttosto che svendere le mie preferenze commerciali.

La novità è già arrivata a partire dalla scorsa settimana sulla versione beta dell'applicazione di WhatsApp per Android e presto arriverà anche sui dispositivi iPhone. Strano che si parli del vecchio Stato di WhatsApp fra le sue imminenti novità, tuttavia la feature era stata del tutto eliminata in favore di Stato, una sorta di funzione analoga alle Storie di Facebook, che a sua volta era una copia delle Storie di Instagram, che di fatto riprendeva le Storie di Snapchat.

Abbiamo compreso che ai nostri utenti è mancata la possibilità di impostare un aggiornamento di solo testo nel proprio profilo, quindi abbiamo deciso di integrare questa funzione nella sezione "About" delle impostazioni del profilo. In questo modo WhatsApp affiancherà le Storie e gli Stati permettendo a tutti gli utenti di godere di entrambi le funzioni. E' probabile che debbano aspettare qualche giorno in più gli utenti iOS a cui potrebbe essere esteso l'aggiornamento nelle settimane successive. "L'aggiornamento di stato apparirà ora accanto al nome dell'utente in qualsiasi momento si visualizzano i contatti, come ad esempio durante la creazione di una nuova chat o nella informazioni di Gruppo", è questo quanto si legge nella comunicazione ufficiale di WhatsApp.

Gli Stati introdotti il mese scorso in ogni caso non scompariranno: chiunque voglia aggiornare amici e conoscenti sulla propria giornata tramite foto, video e gif può continuare a farlo.

Dopo i problemi relativi alla sicurezza e le storie, nuova bufera sulla più famosa e popolare app di messaggistica: WhatsApp vorrebbe introdurre delle pubblicità mirate per aumentare i profitti. Fino ad oggi è stato imposto un limite di 45 secondi agli utenti, con il filmato tagliato in automatico dall'app che ha prelevato il primo spezzone di quelli che andavano oltre la soglia.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Beppe Grillo attacca il PD: "Arrendetevi, siete il vecchio!"

L'accusa colpisce nel personale: "Caro Beppe, nella tua vita sei sempre scappato nei momenti chiave". Una storia di onore e lotte che è diventata un tiepido gioco delle tre carte.

Seat annuncia un terzo Suv grande a fianco di Ateca e Arona

Ibiza ed Arona acceleranno il processo in corso, per permetterci di farci trovare pronti a portare l'azienda ad un livello successivo".

Bankitalia: a gennaio debito pubblico a 2.250,4 mld (+32,7 mld)

Per trovare un importo più basso bisogna risalire sino a dicembre 2014 , quando l'importo si attestava a 672,916 miliardi. Preoccupa e non poco, in questo inizio di 2017, la fuga degli investitori stranieri dal nostro Paese.

Theresa May notificherà l'avvio della Brexit il 29 marzo

Ue e Regno Unito si dicono pronti a iniziare il negoziato poco dopo le celebrazioni per i 60 anni dei Trattati che ne segnarono la nascita, in programma sabato 25 in una Roma blindata.

Gabriel Garko: Imma scherzava, sono contento per Eva

Stava facendo una battuta, poi il tutto è stato ripreso come se lei lo avesse detto seriamente. Ho scelto di vivere in quel paese per rimanere tranquillo.

Tempo fino al 21 aprile per rottamare le cartelle di Equitalia

La domanda va presentata agli sportelli , oppure inviata via mail insieme a una copia di un documento di identità. Con la definizione agevolata è infatti possibile rottamare tutte le cartelle comprese le multe stradali .

Addio a Vaciago economista ed europeista

Era autoritario e autoironico, competente come pochi economisti e solo in apparenza altero. Ci mancherà molto ma la sua lezione culturale, morale e civile non la dimenticheremo.

Papa Francesco a Milano. Maxi-bonifica al Parco di Monza e 2.500 agenti

Ultima tappa, alle 17, stadio di San Siro: 80mila ragazzi cresimandi con parenti ed educatori. Servizi speciali sono stati predisposti per i portatori di handicap e gli ammalati.

Uomini&Donne. Paura per Tara Gabrieletto, ricoverata in ospedale

Poi una crisi, raccontata anche da Barbara D'Urso , infine le nozze, che sono avvenute nel giugno dello scorso anno. Tutto è cominciato con delle fastidiose coliche renali, che hanno convinto Tara a sottoporsi a check-up completo.

Milano, il primario di ortopedia arrestato respinge le accuse: "Intercettazioni fuorvianti"

Infine l'sms intercettato il 23 dicembre 2015, poco prima di Natale: "Grazie per non aver valutato con attenzione il caso di mio marito".