• Notizia
  • Nazionale

Gasdotto in Puglia, Tar respinge ricorso Regione: gli ulivi saranno espiantati

Gasdotto in Puglia, Tar respinge ricorso Regione: gli ulivi saranno espiantati

A stoppare i lavori era stato, nei giorni scorsi, appunto il Tar del Lazio che aveva sospeso l'autorizzazione dopo il ricorso della Regione. Da una parte il Tar del Lazio, dall'altra la Regione Puglia di Michele Emiliano e al centro il gasdotto Tap, i cui lavori nel Salento sono iniziati tra la fine di marzo e i primi di aprile tra le proteste della popolazione (e gli scontri con le forze dell'ordine).

Ieri il Tar ha riesaminato l'intera questione nel merito, in camera di consiglio, e ha deciso di respingere il ricorso. Il ricorso presentato dall'avvocato Mariano Alterio era fondato sulla convinzione che Tap non avesse ottemperato alla prescrizione A44 della Valutazione di impatto ambientale, relativa proprio alle modalità di espianto degli alberi. "Di parere opposto il ministero retto da Gian Luca Galletti, secondo cui "la prescrizione è ottemperata e l'espianto autorizzato", in base a una serie di note inviate dallo stesso ministero, che rimarca la propria "competenza finale esclusiva" in materia di Valutazione di impatto ambientale".

Per la Regione, inoltre, le norme nazionali e regionali e le prescrizioni per l'opera non consentirebbero l'espianto.Nella memoria al Tar, l'Avvocatura dello Stato, che rappresenta il ministero dell'Ambiente, sostiene che "nel bilanciamento dei valori in gioco, l'interesse pubblico alla realizzazione dell'opera, che ha carattere strategico ed impegna più Stati, costituisce una priorità a carattere nazionale ed europeo prevalente rispetto agli interessi fatti valere dalla Regione ricorrente". E sebbene la Regione Puglia sia indicata nel decreto "come Ente vigilante, non può escludersi che il Ministero dell'Ambiente, della tutela del territorio e del Mare - riporta l'atto - rimanga titolare di una facoltà di controllo, in ordine al rispetto di quanto previsto nel decreto Via".

Il Tar del Lazio - a quanto si apprende- ha respinto il ricorso della Regione Puglia per ottenerel'annullamento delle note del Ministero dell'Ambiente cheautorizzava il Tap all'espianto degli ulivi nell'area delcantiere per il gasdotto. Anche se di fatto da rimuovere ne restavano solo 43, di cui molti già espiantati ma rimasti nel cantiere a causa delle proteste.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Jeep Yuntu Concept: le prime immagini del SUV ibrido plug-in

Davanti notiamo la presenza di un grande paraurti e una griglia frontale , in stile Jeep . L'esterno del concept Yuntu dispone anche di un rivestimento del corpo in plastica.

Nardella parcheggia sulle strisce, foto sul web

Il cittadino che scatta l'immagine la invia a un ex consigliere del centrodestra della Provincia, Guido Sensi , che immediatamente la posta sul suo profilo.

Testamento biologico: un passo avanti, mezzo indietro

La pianificazione delle cure può essere aggiornata al progressivo evolversi della malattia su richiesta del paziente o su suggerimento del medico .

Lippi: "Conte all'Inter? Non credo, sta bene al Chelsea"

Moratti e Berlusconi? Sono due passaggi di consegne che significano amore per la squadra. "Sta diventando uno dei più bravi al mondo. Non credo che cambierà maglia".

Milan, il closing è ufficiale. Li Yonghong: "Torneremo sul tetto del mondo"

Per ben due volte nei mesi scorsi Li Yonghong aveva rinviato la chiusura del deal versando 250 milioni di euro di caparra. Il nuovo proprietario rossonero si è detto "molto eccitato e agitato per essere diventato il presidente del Milan ".

Droga tra Crotone e Catanzaro, 17 misure cautelari

Nel corso delle indagini gli agenti della squadra mobile hanno sequestrato tre chilogrammi di eroina e un etto di marijuana. Un ampia rete di spaccio che vede al centro un albanese di 44 anni, Betim Xeka, residente a Isola Capo Rizzuto (Kr).

Salute: oncologa italiana trova un test anti-cancro

La dottoressa, italiana, vive da anni in Francia , insegna biologia cellulare e molecolare all'Università Paris-Descartes . Al suo insorgere, infatti, il cancro è mostruoso sì, ma malato, informe e fragile, a volte in stato comatoso.

Barcellona - Juventus 0 a 0 Champions League, i bianconeri passano in semifinale

Un pareggio che proietta i bianconeri in semifinale di Champions League e che lascia tanta amarezza in casa azulgrana. Queste le sue parole: "Devo fare i complimenti ai ragazzi per quello che stanno facendo in questa stagione".

Pyeongchang: Malagò, riprendiamoci oro

La squadra è formata non solo da chi punta al podio, ma anche da chi ha come obiettivo la qualificazione". Il conto alla rovescia si è iniziato, all'inaugurazione mancano meno di dieci mesi.

La Juventus rientra senza Cuadrado: resta a Barcellona per problemi fisici

Una notte magica che ha lasciato un piccolo strascico negativo. Saranno gli esami a chiarire la reale entità del problema.