• Notizia
  • Salute

Testamento biologico: un passo avanti, mezzo indietro

Testamento biologico: un passo avanti, mezzo indietro

La Legge sul testamento biologico in Italia mette il medico in una posizione ambigua, in quanto i suoi obblighi professionali impongono che egli faccia tutto il possibile per evitare la morte del paziente (si veda questo approfondimento). Queste sono le novità di ieri: la Camera ha appena approvato un emendamento al disegno di legge sul biotestamento, che regola la ultime fasi di vita del malato terminale, anche se ancora non è chiaro quando il disegno di legge nella sua interezza sarà votato (e quanto il testo finale sarà effettivamente fedele a quello ora a Montecitorio, dati i rimpalli che ci saranno tra Camera e Senato). Il consenso informato è documentato in forma scritta.

La proposta, primi firmatari Nino Interdonato e Nicola Crisafi, ha registrato il sì trasversale di numerosi colleghi: Cecilia Caccamo, Simona Contestabile, Giovanna Crifò, Giuseppe De Leo, Gaetano Gennaro, Rita La Paglia, Maurizio Rella, Ivana Risitano, Antonella Russo, Donatella Sindoni, Daniele Zuccarello. In presenza di sofferenze refrattarie ai trattamenti sanitari, il medico può ricorrere alla sedazione palliativa profonda continua in associazione con la terapia del dolore, con il consenso del paziente.

L'Aula della Camera ha approvato con 326 voti a favore la legge sul biotestamento. È sempre garantita un'appropriata terapia del dolore e l'erogazione delle cure palliative. In tal caso, il paziente potrà rivolgersi ad altro medico, nella speranza che la struttura sanitaria pubblica o privata ottemperi al dettato della norma garantendo "con proprie modalità organizzative la piena e corretta attuazione dei princìpi di cui alla presente legge". Il paziente non può esigere dal medico trattamenti sanitari contrari a norme di legge, alla deontologia professionale e alla buone pratiche clinico-assistenziali.

Chi vorrà, da oggi potrà depositare in Comune, ad Aosta, le sue volontà - con una comunicazione non obbligatoria, ma volontaria - di rifiutare le cure e i trattamenti sanitari.

Una data storica, dunque, per un Paese come l'Italia in cui parlare di temi etici significa sfidare la sindrome da Peter Pan che prende politici e addetti ai lavori, più propensi ad alimentare scontri e diatribe piuttosto che a confrontarsi nel merito di leggi come quella sul testamento biologico che riguardano la vita e la morte delle persone gravemente malate.

MINORI E INCAPACI: Il consenso informato è espresso dai genitori esercenti la responsabilità genitoriale o dal tutore o dall'amministratore di sostegno, tenuto conto della volontà della persona minore di età o legalmente incapace o sottoposta ad amministrazione di sostegno. Tuttavia, le Dat possono essere disattese qualora appaiano palesemente incongrue o le condizioni nel frattempo siano mutate e se siano sopraggiunte nuove terapie non prevedibili al momento della loro compilazione. La pianificazione delle cure può essere aggiornata al progressivo evolversi della malattia su richiesta del paziente o su suggerimento del medico.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Giovanni Malagò: "Tavecchio commissario? Legittimo, ma Lega Serie A è spaccata"

Ma l'ipotesi Sibilia commissario non è ancora del tutto esclusa. Di sicuro la Lega non si fermerà e continuerà ad andare avanti.

Lavoro, Ndoye: "Troppi sindacalisti impegnati a difendere i propri interessi"

E come si potrebbe fare? I costi di avvio della riduzione degli orari di lavoro , sono in genere limitati per lo Stato. Scompariranno una parte dei lavori come li conosciamo, si creeranno nuove professioni.

Droga tra Crotone e Catanzaro, 17 misure cautelari

Nel corso delle indagini gli agenti della squadra mobile hanno sequestrato tre chilogrammi di eroina e un etto di marijuana. Un ampia rete di spaccio che vede al centro un albanese di 44 anni, Betim Xeka, residente a Isola Capo Rizzuto (Kr).

Barcellona - Juventus 0 a 0 Champions League, i bianconeri passano in semifinale

Un pareggio che proietta i bianconeri in semifinale di Champions League e che lascia tanta amarezza in casa azulgrana. Queste le sue parole: "Devo fare i complimenti ai ragazzi per quello che stanno facendo in questa stagione".

Mancini si è ripreso il Latina Calcio. E ci crede davvero!

La salvezza dista 7 punti, uno in meno l'ultimo posto per i playout: "Ma io ci credo, e ne ho parlato con alcuni giocatori". Come ho detto ieri, se dimostrerà la nostra stessa voglia nell'andare avanti, allora sarà dei nostri.

Pyeongchang: Malagò, riprendiamoci oro

La squadra è formata non solo da chi punta al podio, ma anche da chi ha come obiettivo la qualificazione". Il conto alla rovescia si è iniziato, all'inaugurazione mancano meno di dieci mesi.

Buffon tiene i piedi per terra e elogia Allegri: "Fa dei prodigi"

Buffon crede comunque in questa Juventus: "Ci presenteremo al Camp Nou senza timori e con le antenne ben dritte". Loro, come naturale che sia, hanno un pochino di fame in meno che li rende più umani .

Champions, le statistiche della Juventus: superato il Milan, è record di semifinali

Solo stasera conosceremo il nome delle squadre che accederanno alle semifinali , ma di scontato sembra esserci davvero poco. A contendersi il più importante trofeo continentale per club saranno Juventus, Real Madrid, Atletico Madrid e Monaco .

Diretta Manchester United-Anderlecht, seguila live: le formazioni ufficiali

Discorso simile per il Besiktas che ospita il Lione: i francesi partono in vantaggio (2-1 all'andata). Sarebbe un finale di stagione perfetto, una stagione difficile con tante partite .

Jorginho: "Puntiamo al secondo posto, ma adesso pensiamo al Sassuolo. Napoli…"

Secondo posto? Sicuramente lo vogliamo, ma dobbiamo pensare solo al Sassuolo , questa è la cosa principale per noi. Napoli è una città fantastica, che ti resta dentro e se passi da qui non puoi dimenticarla.