• Notizia
  • Esteri

Venezuela: ancora morti nei cortei contro il governo

Venezuela: ancora morti nei cortei contro il governo

Nel frattempo, colonne di manifestanti si sono scontrate con posti di blocco e barricate erette dalla Guardia Nazionale e la polizia sulle principali vie di accesso.

Centinaia di migliaia di persone sono scese in piazza ieri in numerose città del Venezuela in quella che è stata definita la "madre di tutte le proteste" per reclamare le dimissioni del presidente socialista Maduro, accusato di aver instaurato un regime autoritario. Il brutale copione della crisi politica nel Paese latino-americano si è ripetuto ieri con macabra precisione.

Si tratta di Paola Ramirez, 23 anni, uccisa a colpi di arma da fuoco a San Cristobal (nell'ovest del Paese) e di Carlos Josè Moreno, studente diciassettenne, deceduto in seguito alle ferite riportate dopo essere stato raggiunto alla testa nel corso del corteo di San Bernardino, a nordovest di Caracas, dal proiettile di una pistola, esploso - a quanto ricostruito - da sconosciuti che hanno attaccato un gruppo di manifestanti. In diverse parti della capitale ci sono stati momenti di tensione e contro i manifestanti sono stati usati gas lacrimogeni. "Stesso posto, stessa ora", ha scandito Capriles, mercoledi' notte, preannunciando le proteste odierne.

Le contestazioni sono cominciate all'inizio di aprile e hanno causato la morte di cinque persone. Secondo la Casa Bianca, Maduro sta "violando la Costituzione" perché "non permette all'opposizione di parlare liberamente e di organizzarsi in modo da esprimere il pensiero del popolo venezuelano".

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha aperto la strada verso il colpo di stato in Venezuela, ha denunciato martedì il presidente venezuelano Nicolás Maduro da Palazzo Miraflores a Caracas. Tillerson non ha fatto invece alcun riferimento alle reiterate accuse del governo di Maduro che Washington stia organizzando un colpo di stato contro lo chavismo. "Il mondo e il Venezuela -ha replicato- sono profondamente preoccupati per le bombe lanciate dagli Usa su Siria e Afghanistan".

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Ciak, si rigira: il destino degli allenatori alla seconda stagione

Una stagione anomala, dunque, nel segno di quella continuità sempre più rara quando si tratta di allenatori. Una fra queste è rappresentata da Mourinho , capace al secondo anno di vincere al Porto, Chelsea, Inter e Real.

Ubisoft apre due nuovi studi in Europa che svilupperanno titoli tripla A

Infatti, come riporta Dualshockers , la compagnia aprirà i nuovi studi in Germania, a Berlino , e in Francia, a Bordeaux . Ubisoft porta così a cinque gli studi presenti in territorio francofono e tre in territorio tedesco.

Fast and Furious da record: è il miglior esordio di sempre

Paul Walker è morto facendo due delle cose che amava di più: aiutare il prossimo, sempre e comunque, e viaggiare su una bella auto sportiva.

Riecco freddo e maltempo, temperature giù di 10 gradi

Temperature in ulteriore calo al Nord, ventoso ovunque con mari da mossi ad agitati. L'aumento della nuvolosità annuncia l'arrivo dell'aria fredda dal nord Europa.

Cocaina da Spagna in barche, tre arresti

L'imbarcazione, partita dal porto di Napoli a febbraio del 2014, aveva raggiunto il Venezuela per poi fare rotta verso la Spagna ove era stata intercettata dalla Polizia.

Ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale, nei guai due giovani di Nocera

L'arresto rientra nell'ampia attività svolta dai poliziotti per debellare il fenomeno dei furti e delle rapine. Hanno infatti imboccato la strada contromano e continuato la loro corsa creando panico tra i passanti.

Paura al Colombo per un'emergenza al carrello del Canadair

Regolari invece le operazioni di scarico e carico delle navi portacontainer nello porto commerciale Vte di Genova Voltri. A segnalare il problema è stato il pilota che si trovava a bordo insieme al copilota durante un volo di addestramento.

Monte-Carlo, 22:47 CALCIOC, CHAMPIONS: MONACO BATTE BORUSSIA E VOLA IN SEMIFINALE

Monaco (4-4-2): Subasic; Touré , Glik , Jemerson , Mendy; Bernardo Silva , Bakayoko , Moutinho , Lemar; Falcao , Mbappé . Indisponibili: Sidibé, Boschilia, Carrillo. 4-2-3-1 per gli uomini di Tuchel , con Aubameyang unica punta.

Franceschini: Milano e Torino, ora pensiamo a come fare sistema

Leonard, Carlo Lucarelli, Maurizio Maggiani, Valerio Magrelli, Valerio Massimo Manfredi, Melania Mazzucco, Michela Murgia, Edna ÒBrien, R.J.

Amici, Emma coach al posto di Morgan

La sfida prosegue, con Thomas che infiamma il pubblico nei panni di Michael Jackson, poi avviene qualcosa di molto molto strano. Mike torna in scena con "Strada facendo" di Claudio Baglioni, ma viene bocciato dalla giuria.