• Notizia
  • Esteri

Venezuela: ancora morti nei cortei contro il governo

Venezuela: ancora morti nei cortei contro il governo

Nel frattempo, colonne di manifestanti si sono scontrate con posti di blocco e barricate erette dalla Guardia Nazionale e la polizia sulle principali vie di accesso.

Centinaia di migliaia di persone sono scese in piazza ieri in numerose città del Venezuela in quella che è stata definita la "madre di tutte le proteste" per reclamare le dimissioni del presidente socialista Maduro, accusato di aver instaurato un regime autoritario. Il brutale copione della crisi politica nel Paese latino-americano si è ripetuto ieri con macabra precisione.

Si tratta di Paola Ramirez, 23 anni, uccisa a colpi di arma da fuoco a San Cristobal (nell'ovest del Paese) e di Carlos Josè Moreno, studente diciassettenne, deceduto in seguito alle ferite riportate dopo essere stato raggiunto alla testa nel corso del corteo di San Bernardino, a nordovest di Caracas, dal proiettile di una pistola, esploso - a quanto ricostruito - da sconosciuti che hanno attaccato un gruppo di manifestanti. In diverse parti della capitale ci sono stati momenti di tensione e contro i manifestanti sono stati usati gas lacrimogeni. "Stesso posto, stessa ora", ha scandito Capriles, mercoledi' notte, preannunciando le proteste odierne.

Le contestazioni sono cominciate all'inizio di aprile e hanno causato la morte di cinque persone. Secondo la Casa Bianca, Maduro sta "violando la Costituzione" perché "non permette all'opposizione di parlare liberamente e di organizzarsi in modo da esprimere il pensiero del popolo venezuelano".

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha aperto la strada verso il colpo di stato in Venezuela, ha denunciato martedì il presidente venezuelano Nicolás Maduro da Palazzo Miraflores a Caracas. Tillerson non ha fatto invece alcun riferimento alle reiterate accuse del governo di Maduro che Washington stia organizzando un colpo di stato contro lo chavismo. "Il mondo e il Venezuela -ha replicato- sono profondamente preoccupati per le bombe lanciate dagli Usa su Siria e Afghanistan".

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Quantic Dream starebbe lavorando a dei misteriosi progetti non ancora annunciati

Come si può vedere dai loro profili, in entrambi vengono chiaramente citati questi "progetti PS4 non ancora annunciati" di Quantic Dream .

Fossano, crolla viadotto sopra auto dei carabinieri

Sono stati immediatamente attivate le procedure di sicurezza. "Un crollo gravissimo e solo un miracolo ha evitato la tragedia". Anche il ministero delle Infrastrutture, con un decreto del ministro Del Rio, istituirà una commissione d'indagine .

Barcellona Juventus (0-0): highlights della partita (Champions League 2017)

Al di là dei meriti bianconeri nella gestione del risultato, non ho mai visto un Barça così impotente e frustrato. Da decidere chi pescherà la Juve: domani i sorteggi. "Ma ce ne sono anche altre che secondo me posso vincere".

Polonia: IMF prevede Pil in crescita del 3,4% nel 2017

Le stime restano superiori di qualche decimale rispetto a quelle contenute nel Def, che calcola 132,5% nel 2017 e 131,0% nel 2018. L'istituto ha rivisto al rialzo le previsioni sula crescita del Pil , relative al 2017, che passano da +0,7% a +0,8%.

Confiscati i beni al cugino del boss Matteo Messina Denaro

Inoltre è accusato "di aver avuto la funzione di collettore e distributore di messaggi da e per il capo mafia latitante". In primo grado era stato assolto.

Voucher, Senato vara senza modifiche abolizione, è legge

Lepri, ora nuove norme su lavori occasionali - "Oggi, dopo il voto del Senato , l'abrogazione dei voucher e le modifiche delle disposizioni sulla responsabilità solidale in materia di appalti, diventano legge".

Champions League, Real Madrid-Bayern Monaco: probabili formazioni

Dovrebbe finire in panchina Muller , pronto a subentrare a gara in corso se le cose dovessero mettersi male per Robben e compagni. Solo due volte in Europa, i bavaresi hanno vinto a Madrid , mentre nelle gare di Champions il Real non perde dal marzo del 2015.

Tutti i numeri di Netflix

E delude le aspettative, oltre che registrare numeri molto più bassi rispetto allo stesso periodo del 2016, oltre 7 milioni. Per il trimestre in corso i vertici di Netflix prevedono nuove sottoscrizioni per 3,5 milioni di utenti.

Franceschini: Milano e Torino, ora pensiamo a come fare sistema

Leonard, Carlo Lucarelli, Maurizio Maggiani, Valerio Magrelli, Valerio Massimo Manfredi, Melania Mazzucco, Michela Murgia, Edna ÒBrien, R.J.

Amici, Emma coach al posto di Morgan

La sfida prosegue, con Thomas che infiamma il pubblico nei panni di Michael Jackson, poi avviene qualcosa di molto molto strano. Mike torna in scena con "Strada facendo" di Claudio Baglioni, ma viene bocciato dalla giuria.