• Notizia
  • Intrattenimento

Almodovar contro Palma a film senza sala

Almodovar contro Palma a film senza sala

Avendone ricevuto risposta negativa - essendo una compagnia che trae i suoi considerevoli profitti dalla vendita via internet di contenuti mediali, film e serie tv in primo luogo, Netflix non ha alcun interesse a distribuire in sala i suoi prodotti - l' organizzazione del festival ha promesso che, dal prossimo anno, si cambierà registro: in lizza per la Palma d'oro ci saranno soltanto film destinati, presto o tardi, al grande schermo e al buio in sala.

È ancora polemica sulla presenza dei due film targati Netflix, Okja di Bong Joon Ho e The Meyerowitz Stories di Noah Baumbach, all'edizione 2017 del Festival di Cannes.

La vicenda è cominciata a metà aprile in Francia all'indomani dell'annuncio del direttore Thierry Fremaux della selezione di quest'anno, con enormi polemiche da parte di distributori ed esercenti, e sembra tutt'altro che chiusa, anzi potrebbe avere clamorosi sviluppi.

A questo punto si erano alzate due voci: i difensori, gli accusatori. Le nuove piattaforme devono accettare le regole attuali del gioco, "l'unica strada per sopravvivere" e - ha concluso - quando qualcuno vede un film per la prima volta "è necessario che lo schermo sul quale lo vede, non sia più piccolo della propria sedia". Sono convinto che noi spettatori dobbiamo essere più piccoli per entrare nell'immagine e nella storia. Assurdo. A aggravare la dichiarazione è stata l'aria spocchiosa del regista spagnolo, tipica di chi sale in cattedra per impartire una lezione. E credo che questo sia il cuore del dibattito. Il festival, quest'anno arrivato alla sua 70a edizione, è infatti inevitabilmente chiamato a rispondere con un mondo, quello del cinema, in continua evoluzione e cambiamento, diverso anche da come poteva apparire vent'anni fa. Significherebbe non considerare milioni di abbonati, spettatori potenziali. Ma, rispolverando Darwin, chi non evolve è destinato all'estinzione.

Will Smith, pochi minuti prima della conferenza stampa ufficiale della giuria presieduta da Pedro Almodóvar, l'aveva lanciata come una boutade: "Spero di trovarmi in disaccordo con Pedro, battere i pugni sul tavolo e creare un bello scandalo della giuria". Will Smith poi è intervenuto dicendo: "Io ho tre figli di 24, 18 e 16 anni".

Ieri sera è incominciato il Festival, e la competizione per la prestigiosa Palma d'Oro del 70simo: 2 film in gara sono prodotti da Netflix e il colosso dello streaming, almeno sino alla vigilia, ha dichiarato di non voler cambiare idea e di voler mettere subito online i suoi film, anche se la legislazione francese prevede un periodo di 3 anni dopo l'uscita nelle sale prima di rendere un'opera disponibile su una piattaforma.

Ha detto il giurato Will Smith che "Netflix a casa mia ha portato tanto buon cinema e ci ha fatto scoprire capolavori del passato che avevamo perduto". Sono due tipi di fruizione diverse, quando vogliono sentirsi umili di fronte a certe immagini vanno al cinema, altre volte le vedono sul piccolo schermo. Netiflix ha permesso loro di guardare film che altrimenti non avrebbero mai visto.

A dare man forte anche l'attrice e regista francese Agnes Jaoui, anche lei membro della giuria, che ha detto: "Il mondo va avanti e non si può fare nulla contro la tecnologia".

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Intercettazioni: Napolitano, aspetto scuse da Orfini

Intercettazione distrutta ... e si arrabbiano pure... "Ma nel periodo a cui mi riferivo le cose andarono diversamente".

Times square: fermato 26enne del Bronx. Polizia: non è terrorismo

Intanto l'America torna a temere possa trattarsi di un episodio legato ai gravissimi fatti di Nizza, Berlino, Londra e Stoccolma . Il sindaco ha confermato anche che si tratta di "incidente" e non di "atto di terrorismo ".

La Mummia: il nuovo trailer annuncia l'inizio di un universo oscuro

Ciò che appare più originale in questo trailer, in realtà, è proprio il personaggio interpretato da Tom Cruise. Produttore esecutivo sarà Bobby Cohen .

Va a Miami? Toto-Totti ormai senza controllo

Queste le parole di Umberto Gandini che poi ha parlato anche dell'impiego del numero 10 da parte di Spalletti: "Non è bello aver un partito con uno o contro l'altro".

New York:polizia, non sarebbe terrorismo

PANICO A TIMES SQUARE - Un corpo a terra, gente che fugge, ambulanze e auto della polizia . Pur escludendo l'ipotesi peggiore gli artificieri sono intervenuti per analizzare l'auto .

I tifosi della Juventus aggrediti a Frosinone

La brutale aggressione è avvenuta intorno alle ore 1,30 di notte in un'area di servizio nei pressi di Frosinone . Roberto, colto del tutto alla sprovvista, è stato preso a calci e pugni.

IPhone 8 nuovo mockup con "design reale"

Insomma si avvicinerà al sogno di Jony Ive di rendere iPhone un blocco di vetro , un oggetto dal design "puro". Sul retro invece doppia fotocamera in verticale leggermente sporgente.

Migranti, Minniti: oggi presentiamo il modello Milano all'Italia e all'Ue

"Così come per per i contributi ai Comuni arrivati per sostenere l'accoglienza dei profughi , che il sindaco Pasquali ha specificato di aver ricevuto senza alcun avviso".

Rally Adriatico, De Tommaso primo di classe e tra gli junior

Veloce e determinato come non mai, potrebbe giocare qualche brutto scherzo anche a colleghi molto più esperti. Alle spalle dell'equipaggio della Skoda troviamo il duo Campedelli-Ometto sulla Ford Fiesta R5 .

Life is Strange, Dontnod al lavoro su un nuovo titolo della serie

Dontnod Entertainment e Square Enix hanno ufficializzato poco fa attraverso un video il ritorno di Life is Strange. Vi ringraziamo per la vostra pazienza e vi chiediamo solo un po' più di tempo.