• Notizia
  • Intrattenimento

Barrafranca. Filippo Marchì ucciso mentre lavava l'auto

Barrafranca. Filippo Marchì ucciso mentre lavava l'auto

Abitava con la famiglia sulla strada provinciale che collega Enna a Barrafranca.

I tre malviventi sono subito fuggiti, facendo perdere le loro tracce, mentre a sentire i colpi di pistola e ad accorgersi dell'accaduto sono state la moglie e una delle due figlie di Marchi che hanno subito allertato i carabinieri.

Sul posto è giunto il sostituto procuratore di Caltanissetta Roberto Condorelli.

Si è appreso che l'uomo 10 anni fa era stato definitivamente assolto da un'accusa di omicidio, ottenendo un risarcimento di oltre mezzo milione di euro per ingiusta detenzione. Ne sarebbero convinti gli inquirenti che indagano al giallo, dopo il ritrovamento macabro del corpo dell'uomo 48enne, in una pozza di sangue, proprio davanti alla sua abitazione. Secondo quanto riportato da BlogSicilia.it, Marchì sarebbe prima stato colpito e dopo essersi accasciato i sicari lo avrebbero finito con un colpo di arma da fuoco in pieno volto, sfigurandolo. Una modalità che fa propendere gli investigatori per la pista mafiosa.

Marchì, molto noto in paese per la sua attività di vendita di auto usate, è una vecchia conoscenza della giustizia italiana. Si trovava con la moglie in auto, nei pressi di Barrafranca, quando la vettura fu raggiunta da una serie di colpi di arma da fuoco.

Tragedia questa mattina sulla strada provinciale tra Barrafranca ed Enna. Nel 2001, la vittima fu infatti accusata di aver ucciso un imprenditore del settore movimento terra a Barrafranca, stesso luogo in cui è stato freddato ieri il 48enne.

All'epoca dei fatti Marchì era stato accusato dell'omicidio e messo in carcere.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Juventus, i bianconeri sono ai dettagli per Szczesny e De Sciglio

Juventus vicinissima a chiudere per Mattia De Sciglio . Resta da definire l'eventuale inserimento di bonus. La trattativa, in ogni caso, è agli sgoccioli.

La Fiorentina lascia ancora del tempo a Kalinic

Il club viola ha preso questa decisione "per dargli modo di risolvere in maniera definitiva la sua situazione familiare". Come anticipato pochi giorni fa, Nikola Kalinic rischia di diventare un caso di calciomercato ( LEGGI QUI ).

Genoa: Lapadula a un passo

L'attaccante era richiesto dal Genoa con cui aveva già stretto gli accordi, aspettando le visite mediche. Il giocatore rischierebbe infatti 2 mesi di stop.

Droga dal mare a Francavilla, Silvi, Montesilvano, Pineto, bagnanti increduli

Indagano i Carabinieri che con le altre forze dell'ordine stanno cercando di risolvere il giallo della droga venuta dal mare. Gli strani ritrovamenti sono avvenuti questa mattina sul litorale di Francavilla e su quello di Silvi Marina e Montesilvano.

Juve, dopo gli schiaffi arrivano i colpi: il primo è Bernardeschi

E la risposta è stata "A chi non piacerebbe sputarti in faccia"? " Bernardeschi gobbo di merda". La scritta è a firma Curva Fiesole, la parte più calda del tifo fiorentino.

Emergenza incendi. Torre del Greco: fiamme a via Montedoro

Il vicesindaco Romina Stilo ha però chiarito che nessuna evacuazione fosse necessaria: "L'ospedale e i malati sono in sicurezza". Per spegnere le fiamme sono intervenuti un Canadair dei Vigili del Fuoco ed un elicottero dei Carbinieri Forestali .

Mondiali nuoto sincronizzato, oro Italia nel duo misto

Con il punteggio di 90,2929 punti superano la coppia russa, Mikhaela Kalancha e Alexsandr Maltsev (90,2639). Le gare organizzate dalla Federazione Internazionale di Nuoto (Fina) si concluderanno il 30 luglio.

Migrante con coltello bloccato davanti a stazione Centrale Milano

In stazione Centrale un episodio analogo ai danni di due militari e un poliziotto si era verificato nel maggio scorso. L'agente, a quanto si è appreso, è stato protetto dal giubbotto antiproiettile e ha riportato una ferita lievissima.

Napoli, 16 arresti per droga

I carabinieri del Comando provinciale di Napoli hanno arrestato 16 trafficanti di droga . Genny era già agli arresti domiciliari , adesso per lui è scattato il carcere .

Juventus, Mandzukic smentisce: "Mai detto quelle frasi su Bonucci"

E' questo l'interrogativo che continua a rimbalzare nella mente del popolo bianconero. La gente che mi conosce sa che non sono il tipo che parla alle spalle.