• Notizia
  • Intrattenimento

Charlie Gard: Ministro Esteri inglese nega trasferimento in Italia

"Questa è un'ulteriore nota triste" ha commentato la presidente del nosocomio vaticano, Mariella Enoc, comunicando ieri la notizia a margine della presentazione della Relazione Sanitaria e Scientifica 2016 alla quale era presente il Segretario di Stato, il cardinale Pietro Parolin. "È determinatissima a combattere fino all'ultimo".

Non so se sarà possibile trovare una cura - ha spiegato la Enoc - i nostri scienziati approfondiranno il tema e poi parleranno direttamente con la famiglia .
I motivi legali che impediscono a medici e Ministro di dare il via al trasferimento di Charlie Gard sono ovviamente le sentenze giudiziarie emesse dalla magistratura britannica. Poi, il colpo di grazia per i genitori: il 26 giugno anche la Corte Europea dei Diritti Umani ha respinto il loro ricorso.

Nella vita ci sono zone grigie. "Su questa zona grigia mi astengo dal giudizio e faccio la sola cosa che posso fare, ovvero dire che possiamo accogliere la famiglia e accompagnarla così come ci ha chiesto il Papa".

Tali sentenze hanno appoggiato la decisione dei medici inglesi di voler staccare la spina al piccolo Charlie Gard (anche se non sarebbe stato ancora stabilito quando), contro il volere dei genitori che avrebbero voluto provare a salvare il proprio figlio. Sappiamo - ha affermato ieri Enoc - che il caso è disperato e che, a quanto risulta, non vi sono terapie efficaci.

"È impossibile per ragioni legali", è stata la risposta del capo del Foreign Office, che ha comunque ringraziato per la generosa offerta, anche se il centro pediatrico della Santa Sede non demorde e lavora ad un possibile trattamento sperimentale per il giovanissimo malato. "Siamo vicini nella preghiera e, se questo è il loro desiderio, disponibili ad accogliere il loro bambino presso di noi, per il tempo che gli resterà da vivere".

Su questa vicenda si sono mobilitati anche Papa Francesco e il presidente degli Stati Uniti d'America, Donald Trump. "In questo caso è molto difficile dire se c'è accanimento terapeutico o no" ha tagliato corto.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Tragedia nel mare di Catania, annega un bambino di 6 anni

Forse una congestione, dovuta al suo ingresso in acqua, insieme ad alcuni amichetti, avvenuto poco dopo aver mangiato. Il corpo del bambino è stato portato via proprio dall'elisoccorso e trasportato all'ospedale Cannizzaro .

Emma Bonino sugli sbarchi: "Li abbiamo chiesti noi"

All'inizio, spiega sempre Bonino, rappresentante dei Radicali, "non ci siamo resi conto che era un problema strutturale e non di una sola estate".

Thor: Ragnarok, ecco il primo spot televisivo targato Marvel Studios

La sceneggiatura di Thor: Ragnarok è opera di Christopher Yost , Craig Kyle e Stephany Folsom . Il film uscirà nelle sale italiane il 25 ottobre .

Qualcomm chiede lo stop delle vendite di iPhone

Il fornitore di pannelli per i display dovrebbe essere Samsung , unico produttore capace di rispondere alle enormi richieste della mela.

Unesco: la Tomba dei Patriarchi a Hebron è un sito palestinese

Per Nahshon, poi, "la gloriosa storia del popolo ebraico è cominciata ad Hebron . Da qui le frizioni tra Israele e l'agenzia delle Nazioni unite sul voto.

Joan Lee, moglie di Stan Lee, si è spenta a 93 anni

La famiglia chiede il tempo per piangere questa perdita e il rispetto della privacy in questo momento difficile". I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno a Stan e a sua figlia Joan in questo momento difficile".

Concorso pubblico per commissario di polizia : 80 posti

Seguiranno, infine, gli ultimi due passaggi: l'accertamento psico-fisico e l'accertamento attitudinale . Le domande di partecipazione dovranno essere inoltrate entro e non oltre il 3 agosto 2017 .

Higuain-De Laurentiis, sarà faccia a faccia in tribunale

A confermarlo è Aurelio De Laurentiis , che dalle colonne del 'Corriere dello Sport' strizza l'occhio all'attaccante della Fiorentina .

Hamsik: "Crediamo tutti allo scudetto. Juve? Noi siamo diversi perché…"

Sul mercato. " La società è stata brava nel confermare il gruppo dello scorso anno , tenere tutti i campioni". Per adesso non è andato via nessuno ed è la conferma che questa squadra vuole arrivare al vertice.

BRUNO CONTRADA/ La Cassazione revoca la condanna

Oggi la Cassazione ha però definitivamente accolto le ragioni del ricorrente e dato ragione a Contrada, revocando la condanna . Venne condannato in primo grado a 10 anni , ma la sentenza fu ribaltata in appello e il polizitto venne assolto.