• Notizia
  • Esteri

Un neurologo statunitense andrà a Londra per visitare Charlie Gard

Un neurologo statunitense andrà a Londra per visitare Charlie Gard

La tanto attesa sentenza dei giudici dell'Alta Corte inglese circa la delicata - e quanto mai controversa - vicenda del piccolo Charlie Gard arriverà il 24 o il 25 luglio prossimo, dopo aver accuratamente valutato le risultanze del team di medici che si riuniranno la prossima settimana, mentre dal Great Ormond Street Hospital non arrivano notizie incoraggianti. Il prof. Hirano raggiungerà la prossima settimana Londra per parlare personalemnte con i medici che hanno in cura il piccolo, che proprio in queste ore hanno fatto sapere che sebbene Charlie sia cresciuto di peso, il suo stato di salute generale presenta dei segni di deterioramento, tali da aver incominciato a somministrare piccole quantità di morfina. I genitori di Charlie, che da mesi si battono per tentare tutte le cure possibili, sono usciti dall'aula bruscamente criticando il giudice per aver travisato le loro dichiarazioni sulla qualità della vita del bimbo.

È ripresa pochi minuti dopo le 14 (le 15 in Italia) l'udienza presso la High Court di Londra sul caso del piccolo Charlie Gard con due decisioni della Corte: la prima di rivelare il nome del medico americano che ieri, in collegamento dagli Stati Uniti, ha risposto alle domande del giudice e degli avvocati delle parti riguardo la terapia sperimentale proposta per curare la patologia genetica del piccolo Charlie. La seconda decisione riguarda un incontro a Londra tra il dottor Hirano e i medici dell'Ospedale Great Ormond Street e altri per ora non meglio precisati "specialisti" che potrebbe avvenire lunedì. All'inizio della seduta, con i genitori - che avevano con sé l'immancabile peluche, una scimmietta, diventato simbolo della loro battaglia per tenere in vita il figlio - era entrato al cospetto dell'Alta Corte il portavoce Alasdair Seton-Marsden, che con la voce rotta ha letto l'appello finale della famiglia alla clemenza da parte 'Mr Justice' Nicholas Francis.

La sorte del piccolo Charlie Gard rimane incerta. "Lo amiamo piu' della vita stessa, lui sta combattendo e noi stiamo ancora combattendo". Il giudice ha convocato una nuova udienza oggi pomeriggio, che tra l'altro dovrebbe essere ancora interlocutoria. "Ma - ha aggiunto - non posso riaprire questioni gia' affrontate da me e dalla Corte d'Appello". I legali della famiglia forniranno le prove oggi pomeriggio. Con la consulenza di ulteriori prove mediche fornite dai ricercatori italiani Francis però ha espresso la preoccupazione che i test sui topi della nuova terapia non potrebbero essere presi in considerazione rispetto alla condizione di Charlie.

Giovedì durante l'udienza, in video-collegamento da New York, il neurologo aveva spiegato che l'elettroencefalogramma del bimbo "mostra una disorganizzazione dell'attività cerebrale, ma non un danno strutturale maggiore".

"L'unico modo per dire quanto sia permanente la disfunzione cerebrale" del piccolo Charlie Gard "e' tentare la terapia", ha spiegato ancora. Quando i legali della famiglia si sono nuovamente rivolti al medico Usa, l'esperto ha confermato di aver detto che ci sono chance più alte, alla luce dei nuovi dati, che la terapia sperimentale in questione oltrepassi la barriera ematoencefalica.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Migranti, la Chiesa: progetti concreti per aiutarli a casa loro

Il segretario della Cei è contrario alla contrapposizione tra migranti e poveri , una distinzione " fuori posto " che non fa altro che " alimentare una guerra tra poveri ".

Omicidio Caccia: la lettura della sentenza di ergastolo per Schirripa

Per loro "ci sono ancora tante cose da indagare e verità da aggiungere". "I giudici hanno dato l'ergastolo, senza pietà". Non possiamo dire che giustizia è stata fatta, sul movente c'è ancora molto da fare e da capire.

Israel implements intensive security measures at Al Aqsa

A rash of Palestinian attacks on Israeli civilians and soldiers erupted in 2015, partly over tensions at the holy site. Israel says at least 175 of those killed were carrying out attacks while others died in clashes and protests.

Il mistero del califfo

Il successore di Abu Bakr al-Baghdadi alla guida dell'organizzazione terroristica Stato islamico (Isis) sarà Jalaluddin al-Tunisi , attuale leader Isis in Libia.

Berlusconi: "Mai al governo con Renzi"

Non ritengo possibile e neppure desiderabile una collaborazione con lui e con il Pd. "Né ora, tantomeno dopo le elezioni". Parole positive invece per Minniti e Gentiloni, nonostante "questo governo abbia fatto poco e ottenuto pochi risultati".

Tonno in scatola: ritirata dal Ministero marca con olio di girasole

Il lotto ritirato era destinato sia al mercato della grande distribuzione organizzata, sia alle società di servizi di catering . Scatta l'allarme per i consumatori del tonno all'olio di girasoli dopo il richiamo da parte del Ministero della Salute .

Posillipo in fiamme: persone salvate. Gente pompa acqua da tetti

In casa si trovavano anche due bombole di gas , prontamente rimosse dai Carabinieri prima che la situazione diventasse pericolosa. Sul posto la polizia municipale è intervenuta per far dirigere il traffico veicolare lontano dalle fiamme.

La Fiorentina lascia ancora del tempo a Kalinic

Il club viola ha preso questa decisione "per dargli modo di risolvere in maniera definitiva la sua situazione familiare". Come anticipato pochi giorni fa, Nikola Kalinic rischia di diventare un caso di calciomercato ( LEGGI QUI ).

Valeria e Alessio di Temptation Island escono dal programma a sorpresa

E' arrivata la resa dei conti per le cinque coppie di Temptation Island . Si tratta della coppia formata da Selvaggia e Francesco . Prosegue la nuova stagione di Temptation Island 4 .

Inter, Spalletti attacca: "Bisogna mantenere le promesse, servono rinforzi"

Servirà acquistare altri tre o quattro giocatori di livello per completare la rosa, non è detto che siano dei top player. Abbiamo una buona squadra, con calciatori che non hanno espresso a pieno le loro qualità.