• Notizia
  • Esteri

Iran: "Abbiamo il 'padre di tutte le bombe"'

Iran:

L'annuncio arriva da Amir Ali Hajizadeh, comandante delle forze aerospaziali dei Pasdaran, i Guardiani della Rivoluzione iraniana.

Il comandante ha chiamato il dispositivo il "padre di tutte le bombe", paragonandolo al GBU-43/B degli Stati Uniti, l'Ordnance Air Blast Bomb (MOAB), comunemente noto come la "madre di tutte le bombe", dal momento che il dispositivo americano pesa 9,8 tonnellate e produce in equivalente 11 tonnellate di TNT, il comandante dell' IRGC presumibilmente si riferisce al peso del nuovo ordigno iraniano piuttosto che il suo potenziale distruttivo. Queste bombe sono a nostra disposizione. Secondo il Pentagono, la "madre di tutte le bombe", come chiamano tale ordigno di nove tonnellate, è l'arma più potente non nucleare utilizzata dagli Stati Uniti.

La mossa dell'Iran appare come una nuova sfida agli Usa di Donald Trump, dopo l' inasprimento delle sanzioni contro l'Iran per lo sviluppo dei test missilistici dall'inizio di quest' anno. Ma Teheran ha sempre risposto che la difesa del proprio territorio non è in discussione ed è un diritto inviolabile, ribadendo che il programma missilistico andrà avanti perché è in piena sintonia con le risoluzioni delle Nazioni Unite.

Le caratteristiche della nuova super-bomba iraniana non sono state rese note. Il 13 aprile scorso la mother of all bombs fu sganciata per la prima volta in Afghanistan per distruggere un'area di tunnel e grotte usate dall'Isis. Un'operazione salutata con grande soddisfazione da Trump che ora, però, si trova a fare i conti con la nuova sfida iraniana.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Avellino, scocca l'ora della promessa Marchizza

Novellino , da qui, potrebbe schierare Marchizza al centro della difesa contro il Cesena , al fianco di Suagher . Per il resto non ci dovrebbero essere molte modifiche rispetto alla formazione che ha schiantato il Foggia .

Austria Vienna-Milan, Montella: "Tutti vogliamo riscattarci e dimenticare la Lazio"

Avete già dimenticato Cutrone , ma non è lo stesso per me. "È bello per me avere dei dubbi di formazione fino alla fine". Milan-Udinese sarà anche la sfida delle due difese, ricche e povere che siano.

Alisson: "Grazie per i complimenti, ma non dedico la prestazione a Spalletti…"

Come esce la Roma da questa partita? Usciamo a testa alta, abbiamo fatto una buona partita. Questo conta tanto e sono contento del mio debutto in Champions con una gara così.

GP Singapore, FP2: Ricciardo davanti a Verstappen ed Hamilton, male le Ferrari

Intanto, una volta capita la situazione, Daniel Ricciardo si è espresso alla grande, svettando in entrambe le sessioni. Davanti alle Rosse Hulkenberg, Vandoorne, Alonso e Perez , decimo tempo invece per Ocon .

Destacan en jornada de diálogo: Hoy el mundo es Venezuela

En estos dos días se organizarán además foros sobre la defensa integral de la nación, la unión cívicomilitar y el antiimperialismo.

Man of Steel 2: Matthew Vaughn in lizza per dirigere il film

Goyer e prodotta da Christopher Nolan, ovvero il regista e sceneggiatore della trilogia del cavaliere oscuro dedicata a Batman. La pellicola è stata scritta da David S.

Udine, rifiuta taglio del cordone ombelicale, i medici chiamano la Procura

Evitare le denunce è impossibile - ha concluso - ma qualora arrivasse, chiaramente archivieremo . I medici devono essere liberi e sereni nello svolgere il loro lavoro per salvare i pazienti.

Udinese, Delneri: "Contro il Milan conto sull'entusiasmo dei giocatori"

YONGHONG LI - "E' il compleanno del nostro presidente e a nome mio e della squadra gli faccio gli auguri, lo aspettiamo presto". Su Kessie: "Sta bene e gioca, non mi preoccupa il suo percorso". "E' un giocatore di grande talento e disponibilità".

Trump pronto a perdonare Assange in cambio di aiuto sul Russiagate (Wsj)

Secondo il Wall Street Journal online la deputata ne ha parlato per telefono mercoledì con il capo di gabinetto di Donald Trump , John Kelly .

Ciak, si rigira: il destino degli allenatori alla seconda stagione

Una stagione anomala, dunque, nel segno di quella continuità sempre più rara quando si tratta di allenatori. Una fra queste è rappresentata da Mourinho , capace al secondo anno di vincere al Porto, Chelsea, Inter e Real.