• Notizia
  • Sportivo

Stroppa ha fiducia: "Carpi? Siamo pronti"

Stroppa ha fiducia:

Dalla formazione brindisina è arrivato anche M'Bala N'Zola, forte centravanti classe '96 che aveva attirato le attenzioni di Fiorentina e Torino su tutti ma non sarà a disposizione causa squalifica rimediata nei play-off di Lega Pro. Hanno disputato un gran primo tempo contro il Palermo. "Non meritano l'attuale posizione in classifica e loro sono i primi a saperlo". Il Carpi deve tener conto di questo, e cercare di essere sempre squadra in ogni momento della gara. Saper leggere le varie fasi, segnare se capiterà l'occasione e limitare i danni se si subisce qualcosa. Si rivede Deli titolare, Chiricò partirà dalla panchina. Manconi ha recuperato ed è di nuovo in gruppo.

ANALISI - "Siamo contenti della prestazione fornita, abbiamo sfoderato la reazione che ci si attendeva da noi". I nostri sono quelli di uscire dal campo dopo aver dato il massimo ed anche di più, aiutando il compagno e mettendo in difficoltà gli avversari.

Giovanni Stroppa ha fiducia: "Per il Carpi parlano i numeri". Sono primi, dobbiamo affrontarli col piglio giusto, con la cattiveria e la personalità che l'impegno richiede. "Dopo Palermo ho detto che non avremo più approcci sbagliato e credo che questa cosa verrà confermata perché vedo negli occhi dei miei calciatori la voglia di fare bene". La formazione? Cercherò di mettere in campo l'undici migliore. Domani un ennesima prova tutt'altro che semplice: i rossoneri sfideranno in trasferta il Carpi capolista. In difesa Brosco si candida dal 1', come pure Giorico e Saric. E' una squadra che ha giocato bene, ma raccolto davvero poco. Due successi per i biancorossi, 3-2 all'andata a Reggio Emilia, 2-1 allo Zaccheria al ritorno.

Il Carpi scende in campo con un 3-5-2 formato da Colombi tra i pali protetto da Ligi, Poli e Sabbione con un centrocampo composto da Mbaye, Hraiech, Pasciutti, Verna e Jelenic che andranno a supportare la coppia d'attacco Belloni e Mbagoku risponde il Foggia con il classico 4-3-3 che ha dato tante soddisfazioni a questa compagine con Guarna tra i pali difeso da Loiacono, Camporese, Martinelli e Rubin mentre a centrocampo il tridente composto da Vacca, Agnelli e Fedele per dare manforte all'attacco composto da Mazzeo, Nicastro e Fedato.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Jos Verstappen: "A Singapore decisione politica: Vettel doveva essere sanzionato"

Non è andata come avrebbe voluto, facendo un regalo grande come una casa a Lewis Hamilton . "Quello che è fatto è fatto, però". Tutti lo fanno, anche in Formula 3 ed in Formula 4, ma se lo fai a volte ne paghi il prezzo.

Juve, Allegri: 'Szczesny erede di Buffon, domani gioca lui. Su Higuain...'

DIFESA - "Ora abbiamo il problema De Sciglio , che ha giocato bene a Barcellona e starà fuori 40 giorni. L'Inter sta facendo ottime cose e sarà una protagonista del campionato con Napoli , Roma e Milan.

Bologna-Inter 1-1, Eder: "Dovevamo vincere. In estate ho rifiutato…"

Napoli e Juve? Non so se hanno quacosa in più, il nostro obeittivo resta la Champions . Il Var ha confermato il rigore: " Direi netto, mi ha toccato e sono caduto ".

Terremoto Messico: vari crolli nella capitale, danni allo stadio Azteca

L'epicentro è stato localizzato a pochi chilometri da Chiautla de Tapia, a Puebla , a circa 50 chilometri di profondità. Scene di panico nella capitale, quando si erano appena concluse le commemorazioni del terremoto del 1985.

Rastelli carica il Cagliari: "Dobbiamo avere sempre fame"

DUE IMPEGNI CASALINGHI DA SFRUTTARE - "La partita con la Spal appartiene al passato, ciò che importa è la gara di domani". Non dimenticherò mai il 6-2 dello scorso anno, l'ho ricordato ai ragazzi in settimana perché ci deve servire da monito.

Noemi Durini, dall'autopsia forti sospetti per lesioni al collo

Il padre del giovane è indagato per occultamento di cadavere , un atto dovuto per poter procedere agli accertamenti investigativi. Soffrirebbe, si legge, di "un'organizzazione borderline di personalità con capacità intellettive al limite ".

VIto Clericò ha confessato: ha ucciso lui Marilena Rosa Re

Vito Clericò avrebbe confessato l'omicidio di Marilena Re: lo riferiscono i carabinieri di Varese. Ha raccontato di aver ucciso Marilena Re da solo, con alcuni utensili l'avrebbe poi decapitata .

Olimpico, attesi 20000 tifosi, tanti i napoletani

Sono questi i pilastri del piano di sicurezza messo a punto, nel corso del tavolo tecnico presieduto dal Questore Marino. Venti le pattuglie di polizia e dei carabinieri che vigileranno per evitare incontri fra tifoserie.

Selen, la porno diva è diventata nonna e la rivelazione hard

Selen è stata intervistata dal Messaggero e ha raccontato di come proceda la sua vita dopo l'abbandono dal mondo del porno.

Grillo insulta i giornalisti: "Vi mangerei soltanto per vomitarvi"

Un minimo di amor proprio per questa terra qua, ce l'avete oppure non vi riguarda? "Non avete neanche un minimo di responsabilità".