• Notizia
  • Finanza

Blitz a Caronia: arrestati due imprenditori, sequestrate auto di lusso

Blitz a Caronia: arrestati due imprenditori, sequestrate auto di lusso

L'accusa nei loro confronti è di trasferimento fraudolento di valori. Si tratta di Antonino Lamonica, 51 anni, e il figlio Giuseppe, 21 anni, due noti imprenditori di Caronia, che sono finiti agli arresti domiciliari nell'ambito di un'operazione condotta dai carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Messina con l'ausilio della Dia.

Il procedimento, coordinato, dalla DDA di Messina, guidata dal procuratore capo Maurizio De Lucia, è sfociato nel sequestro di beni e titoli per un milione 200 mila euro. Formalmente l'impresa era intestata al giovane Lamonica, ma di fatto sarebbe riferibile al padre Antonino, già sorvegliato speciale e destinatario di un provvedimento definitivo di confisca.

In particolare, Lamonica padre, già colpito nel 2012 da misura di prevenzione personale e patrimoniale - divenuta irrevocabile nel 2015 - irrogata dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Messina, gestiva nel Comune di Caronia "uti dominus" la citata società vanificando l'efficacia dei precedenti provvedimenti ablativi che lo avevano inibito nell'esercizio dell'impresa e - al contempo - occultando l'illecita provenienza di ingenti capitali fatti transitare sui conti correnti dell'azienda.

E' stato disposto adesso il sequestro preventivo dell'intero patrimonio della "Technolam srls", compresi 23 autoveicoli di lusso (fra cui una Ferrari 548 e una Maserati 4.7 S) e vari titoli finanziari, fra cui conti correnti, depositi bancari e fondi di investimento: in tutto oltre un milione 200mila euro.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Schiaffi, pugni e offese: così una maestra maltrattava gli alunni

Gli investigatori dei militari dell'Arma hanno avviato le indagini dopo le denunce di genitori dei ragazzi. Comportamenti che un'insegnante non può assolutamente tenere in una classe e che le costeranno cari.

Napoli, De Laurentiis: "Gelato dalla richiesta di Reina. Volevo Neto o Szczesny"

Sul mercato estivo e sui rinnovi: "Abbiamo tenuto tutti e poi abbiamo aggiunto Ounas e Mario Rui che conosce bene Sarri ". Il presidente condivide in parte, "perché un anno fa abbiamo dovuto verificare come avremmo dovuto sostituire Higuain ".

Nate, tempesta devasta Costa Rica, Nicaragua e Honduras. E minaccia New Orleans

Sempre in Costa Rica , tutti i collegamenti ferroviari sono stati sospesi e decine di voli aerei sono stati annullati. Secondo gli esperti la tempesta dovrebbe diventare un uragano di categoria uno prima di arrivare negli Usa domenica.

F1 - Raikkonen positivo e fiducioso: "è andata piuttosto bene, ecco perchè"

Anche Kimi Raikkonen , insieme al compagno Sebastian Vettel , è felice della prestazione della Ferrari nelle libere del Gp del Giappone.

Berlusconi: "Milan, non capisco il mercato. E la fascia a Bonucci…"

Una cosa che ho preso male è stata la fascia di capitano ad un calciatore che per anni è stato la bandiera della Juventus . E mi dissero Montella . "Per segnare sfrutterei le loro qualità cercando le linee di passaggio interne".

Brasile, custode getta l'alcol sui bimbi e dà fuoco: vittime e feriti

Ha sì tentato di togliersi la vita ma non è morto: al momento è ricoverato in ospedale in condizioni disperate. Sono stati dichiarati sette giorni di lutto a Janauba , una strage insensata e di rara ferocia.

Città metropolitana, i 33 precari interrompono l'occupazione

CITTA' La Città Metropolitana, a Palazzo Isimbardi, ospiterà oggi un incontro tra amministratori sul "nodo" delle infiltrazioni mafiose.

Papa esalta donna: no utopia del neutro

Il Papa critica questa " utopia del neutro " che rimuove ad un tempo sia la dignità umana "della differenza sessuale " sia la qualità personale della trasmissione generativa della vita".

Giulia Latini rivela: "Ho sentito Luca Onestini dopo UeD, non so Solei…"

Predolin ha fatto anche sapere che non smetterà di guardare il Grande Fratello Vip in televisione , anche se è stato squalificato. Lui si sente vittima di una macchina del fango che lo ha, premeditatamente messo alla gogna senza possibilità di difendersi.

Screzio a "I Fatti Vostri", Guardì contro Magalli per l'errore della Forgia e lei scoppia in lacrime

Battuta a cui Michele Guardì non ha saputo resistere: " lei è uno che le cose le dice in diretta, mi ricordo come no! ". Durante il gioco della buste la signora da casa sceglie la A, ma per un po' di confusione in studio viene presa la B.