• Notizia
  • Finanza

Blitz a Caronia: arrestati due imprenditori, sequestrate auto di lusso

Blitz a Caronia: arrestati due imprenditori, sequestrate auto di lusso

L'accusa nei loro confronti è di trasferimento fraudolento di valori. Si tratta di Antonino Lamonica, 51 anni, e il figlio Giuseppe, 21 anni, due noti imprenditori di Caronia, che sono finiti agli arresti domiciliari nell'ambito di un'operazione condotta dai carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Messina con l'ausilio della Dia.

Il procedimento, coordinato, dalla DDA di Messina, guidata dal procuratore capo Maurizio De Lucia, è sfociato nel sequestro di beni e titoli per un milione 200 mila euro. Formalmente l'impresa era intestata al giovane Lamonica, ma di fatto sarebbe riferibile al padre Antonino, già sorvegliato speciale e destinatario di un provvedimento definitivo di confisca.

In particolare, Lamonica padre, già colpito nel 2012 da misura di prevenzione personale e patrimoniale - divenuta irrevocabile nel 2015 - irrogata dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Messina, gestiva nel Comune di Caronia "uti dominus" la citata società vanificando l'efficacia dei precedenti provvedimenti ablativi che lo avevano inibito nell'esercizio dell'impresa e - al contempo - occultando l'illecita provenienza di ingenti capitali fatti transitare sui conti correnti dell'azienda.

E' stato disposto adesso il sequestro preventivo dell'intero patrimonio della "Technolam srls", compresi 23 autoveicoli di lusso (fra cui una Ferrari 548 e una Maserati 4.7 S) e vari titoli finanziari, fra cui conti correnti, depositi bancari e fondi di investimento: in tutto oltre un milione 200mila euro.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Napoli, De Laurentiis: "Gelato dalla richiesta di Reina. Volevo Neto o Szczesny"

Sul mercato estivo e sui rinnovi: "Abbiamo tenuto tutti e poi abbiamo aggiunto Ounas e Mario Rui che conosce bene Sarri ". Il presidente condivide in parte, "perché un anno fa abbiamo dovuto verificare come avremmo dovuto sostituire Higuain ".

Del Piero: Juve, grave la perdita di Bonucci. Il Napoli? Da scudetto

Sarri ha creato una macchina quasi perfetta, ma qualche volta dovrà anche improvvisare e fidarsi di tutta la sua rosa. In questo De Laurentiis è stato bravissimo, non dimentichiamoci che il Napoli era in Serie B con noi.

Brasile, custode getta l'alcol sui bimbi e dà fuoco: vittime e feriti

Ha sì tentato di togliersi la vita ma non è morto: al momento è ricoverato in ospedale in condizioni disperate. Sono stati dichiarati sette giorni di lutto a Janauba , una strage insensata e di rara ferocia.

Microsoft Edge approda su iOS ed Android

La società di Redmond ha infatti presentato il browser Edge per Android e iOS insieme con il nuovo Microsoft Launcher . Il tutto per offrire un'esperienza d'uso continuativa e senza alcuna interruzione dovuta al cambio di dispositivo.

Morto Giorgio Pressburger voce raffinata della Mitteleuropa

Con il libro La neve e la colpa (Einaudi), composto di cinque racconti, si era aggiudicato il premio Viareggio nel 1998. Pressburger, come il gemello Nicola, era nato a Budapest nel 1937, da genitori ebrei.

Fallout: New Vegas è stato limitato dalle console afferma Obsidian

Dovemmo semplificarlo, così da trovarci con minor materiale capace di appesantire l'engine grafico delle console. "Il gioco sarebbe stato parecchio diverso, se fosse uscito solo su PC".

Costituito a Castelfranco Emilia il tavolo interistituzionale contro la violenza sulle donne

L'assessore ha ribadito l'impegno ad assicurare, anche per l'anno in corso, continuità e piena funzionalità agli interventi a sostegno delle donne vittime di violenza e dei loro figli.

La Catalogna e il sogno dell'indipendenza

Le operazioni di voto sono iniziate in diversi collegi elettorali in Catalogna che hanno potuto aprire alle 9. Turull ha detto che mancano ancora circa 15mila schede da scrutinare.

Screzio a "I Fatti Vostri", Guardì contro Magalli per l'errore della Forgia e lei scoppia in lacrime

Battuta a cui Michele Guardì non ha saputo resistere: " lei è uno che le cose le dice in diretta, mi ricordo come no! ". Durante il gioco della buste la signora da casa sceglie la A, ma per un po' di confusione in studio viene presa la B.

Giulia Provvedi e Pierluigi Gollini stanno insieme

Se fosse una persona "comune" nemmeno lo avrebbe guardato in faccia. Ora si accendono i riflettori sulla coppia. La 23enne sembra rapita dallo sportivo.