• Notizia
  • Scienza

Citroen C3 eletta Auto Europa 2018

Citroen C3 eletta Auto Europa 2018

La Citroen C3 è la vincitrice del premio "Auto Europa 2018" assegnato dall'UIGA, Unione Italiana Giornalisti dell'Automotive. In precedenza la vittoria era andata a C4 nel 2005, a C3 nel 2003, a C5 nel 2002, a Xsara Picasso nel 2001, a Xantia nel 1994, a ZX nel 1992 e ad XM nel 1990.

La notizia è fresca: Citroen C3 è stata incoronata come Auto Europa 2018, ambito premio automobilistico che la piccola citycar è riuscita ad aggiudicarsi battendo le altre auto in lista. "Questa è una vettura dalle grandi potenzialità, in grado di vincere la sfida di un mercato sempre più globale". Dal lancio sino a oggi, nel mondo ne abbiamo consegnate più di 180mila. "Invece, è davvero facile da portare al limite". Ha raccolto 293 preferenze, 92 più della seconda classificata Alfa Romeo Stelvio, terza con 81 voti la Peugeot 5008. Nella classifica delle prime dieci seguono nell'ordine: Ford Fiesta (75), Range Rover Velar (58), Toyota C-HR (56), Volvo S90 e V90 (51), Nissan Micra (37), Audi Q2 e BMW Serie 5 (36), Opel Insignia (32).

La proposta francese è riuscita ad aggiudicarsi il titolo battendo rivali di calibro e pubblico ben diverso, come Ferrari 812 Superfast o Lamborghini Huracan Performante, ma anche dirette rivali come la Seat Ibiza.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Taranto, Ilva: "Sciopero riuscito". Oggi consiglio di fabbrica per nuove iniziative

Nulla si muove in termini di defiscalizzazione e decontribuzione, piuttosto che di adeguamento delle infrastrutture. E adesso l'azienda dovrà tornare a confrontarsi con gli azionisti.

Ecco come cambia l'esame di terza media

Il voto finale sarà deciso in base alla media fra il voto di ammissione e la media dei voti delle prove scritte e del colloquio . Non cambia solo l'esame di terza media , ma anche alcune norme che regolano le scuole secondarie di I grado .

Robben, lacrime e record: eguaglia Bergkamp e lascia la Nazionale

Due gol per lasciare l'ultima firma: Arjen Robben , al termine della sfida di ieri contro la Svezia , ha detto addio alla maglia orange .

Napoli, prospettive Mondiali per Jorginho ed Allan Video

Tite lo valuterà per il suo centrocampo , nonostante in termini di talento in questo momento il suo Brasile ne abbia da vendere. Se Jorginho non va al Mondiale con l'Italia , il Mondiale potrebbe arrivare da lui sotto altre sembianze.

Schiacciato nell'armadio: Niccolò, 4 anni, muore il giorno del compleanno della mamma

L'ipotesi ritenuta al momento più probabile è che il bambino si sarebbe tirato dietro l'armadio dopo avere aperto un'anta. L'allarme è stato lanciato ieri intorno alle 19.30 dalla madre , subito dopo l'incidente domestico.

Gorgonzola, incendio in appartamento: un morto e 4 intossicati

L'uomo è stato trasportato in gravi condizioni all'ospedale ed è morto un'ora dopo il ricovero a Melzo per le gravi ustioni riportate.

Roma, De Rossi si, Pellegrini ni, Strootman no

Da ieri sono rientrati nel gruppo De Rossi e Perotti e l'argentino è candidato a riprendersi il posto da titolare sulla sinistra.

MotoGP | Marquez: "Dobbiamo rimanere concentrati"

Motegi è pista di casa per la Honda e Marquez , che qui ha un palmares di tre vittorie, inclusa quella del 2016. La cosa più importante per noi è che, tolta Silverstone, da Barcellona siamo saliti sul podio in ogni gara.

Lorenzo Tinagli: "Aderisco allo sciopero della fame per lo Ius soli"

Bene ha fatto il ministro Minniti a ricordare che quando parliamo di ius soli e ius culturae, non parliamo di migranti, ma di persone nate in Italia e che qui hanno compiuto un intero ciclo scolastico.

Una Vita, anticipazioni del 10 ottobre: Huertas rivoluziona Acacias

Effettivamente appena Huertas ha il contratto firmato tra le mani, esorta le altre domestiche a far valere i propri diritti. Parlando con Leonor , Liberto si rende conto che la ragazza non approverebbe la sua relazione con Rosina .