• Notizia
  • Esteri

Napoli, la partita tradisce il latitante. In manette uno dei Di Lauro

Niola è ritenuto uno degli elementi di spicco del clan Di Lauro, era il referente e controllore della piazza di spaccio del rione dei Fiori, nominata "terzo mondo", zona che è sempre stata sotto il controllo della sopracitata famiglia. Quando è stato bloccato non ha opposto resistenza; avrebbe detto di volere una nuova vita lontana dallo spaccio.

Tradito dalla sua passione per il Napoli.

Gli investigatori sono arrivati a lui proprio grazie alla prenotazione di un biglietto per l'incontro Napoli-Inter che si terrà tra dieci giorni: qualcuno, infatti, gli stava procurando gli ingressi e in una telefonata, intercettata dagli inquirenti, con un amico ha fornito solo il proprio nome, temporeggiando sul secondo. Un silenzio sul nome che ha insospettito i militari che da quel momento hanno rinforzato e approfondito le indagini che hanno poi portato alla cattura del 33enne.

L'uomo era stato arrestato nel giugno del 2013 durante un'operazione finalizzata a colpire le attività illecite del clan Di Lauro, nello specifico i traffici internazionali di droga con la Spagna, effettuata dei carabinieri del r.o.s. e del comando provinciale di Napoli con il coordinamento della d.d.a. partenopea.

Il provvedimento mise in ginocchio il circuito dei più stretti favoreggiatori del capo clan Marco di Lauro.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Napoli, prospettive Mondiali per Jorginho ed Allan Video

Tite lo valuterà per il suo centrocampo , nonostante in termini di talento in questo momento il suo Brasile ne abbia da vendere. Se Jorginho non va al Mondiale con l'Italia , il Mondiale potrebbe arrivare da lui sotto altre sembianze.

Clamoroso Panama, ai mondiali con un… goal fantasma: errore incredibile

L'avventura, però, comincerà ufficialmente il prossimo 1° dicembre quando a Mosca verrà effettuato il sorteggio dei gironi. La vittoria, sofferta, in Albania ha chiuso un girone che ha riservato più ombre che luci.

Lorenzo Tinagli: "Aderisco allo sciopero della fame per lo Ius soli"

Bene ha fatto il ministro Minniti a ricordare che quando parliamo di ius soli e ius culturae, non parliamo di migranti, ma di persone nate in Italia e che qui hanno compiuto un intero ciclo scolastico.

Alla Ferrari il Tapiro di Striscia la Notizia

E, anzi, pare che sia proprio la Ferragni ad averla abituata in questo modo, incurante persino delle severe sanzioni previste dalle norme del condominio.

Laffranco su licenziamenti Colussi, situazione umbra preoccupa, Governo faccia di più

Anche per questo Rifondazione chiede di "aprire una grande mobilitazione regionale che arrivi fino allo sciopero generale". Perugina e Colussi sono i casi più eclatanti, giunti al giro di boa e alla settimana cruciale.

Una Vita, anticipazioni del 10 ottobre: Huertas rivoluziona Acacias

Effettivamente appena Huertas ha il contratto firmato tra le mani, esorta le altre domestiche a far valere i propri diritti. Parlando con Leonor , Liberto si rende conto che la ragazza non approverebbe la sua relazione con Rosina .

Tavecchio, risposta piccata a De Laurentiis: "Meglio stare in silenzio"

Luigi De Siervo ha replicato così all'attacco di Aurelio De Laurentiis: "Spesso si fa prendere dall'euforia e va oltre le righe". Essere intorno ai 350, 355 o 360 milioni è ridicolo. "Sono molto deluso.

Super Mario Odyssey: pubblicato un nuovo trailer

Di seguito vi proponiamo ulteriori informazioni, accompagnate dalla clip in questione che vi riportiamo quest'oggi. Vi ricordo che Super Mario Odyssey è in arrivo il prossimo 27 ottobre 2017 in esclusiva per Nintendo Switch .

Vasco Rossi torna live negli stadi nel 2018

Gli oltre duecentomila fan accorsi da tutta Italia per il concerto-evento Modena Park non gli sono bastati. Le news saranno rilasciate sul sito ufficiale dedicato all'artista e sui suoi canali social.

Ivana Trump: "La first lady sono io". Ma Melania non ci sta

Perché comunque sono la prima moglie di Trump, ok? "Sono io la first lady, ok?", ha detto ridendo. Sfortunatamente si tratta solo di un tentativo di attirare attenzione e farsi pubblicità".