• Notizia
  • Esteri

"Pregiudizio anti-israeliano", gli Usa lasciano l'Unesco

In quest'ottica va sicuramente letta e interpretata la decisione di Trump di far uscire gli Stati Uniti dall'Unesco, l'agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di educazione, scienza e cultura.

Gli Stati Uniti hanno deciso di lasciare l'Unesco. La decisione diventerà effettiva il 31 dicembre 2018, dice il comunicato del Dipartimento di Stato.

"Questa decisione non è stata presa alla leggera e riflette le preoccupazioni degli Stati Uniti per l'arretratezza dell'Unesco, la necessità di una riforma fondamentale nell'organizzazione e tiene conto della sua perenne posizione anti-Israele", ha affermato il dipartimento di Stato, aggiungendo che gli Stati Uniti cercheranno di "rimanere impegnati come stato osservatore non membro per contribuire alle opinioni, le visioni e le competenze dell'organizzazione". Gli Stati Uniti erano poi tornati membri dell'agenzia nel 2002, sotto la presidenza di George W. Bush, che aveva spiegato che la maggior parte dei pregiudizi anti-occidentali erano scomparsi. Secondo quanto riportato da alcuni media, il segretario di Stato Rex Tillerson avrebbe preso questa decisione alcune settimane fa e ne avrebbe già parlato con il presidente francese Emmanuel Macron. Eppure, sorpresa di giornata è che gli Stati Uniti hanno notificato all'Unesco la loro uscita dall'organizzazione.

Non solo, gli Usa accusano l'Unesco di essere "anti Israele". Gli Stati Uniti avevano smesso di finanziare l'Unesco dopo la sua decisione di includere la Palestina come membro nel 2011, ma avevano mantenuto un ufficio nel quartier generale dell'agenzia a Parigi, per cercare di continuare ad avere un peso politico sulle decisioni. "Una perdita per il multilateralismo". "Il compito dell'Unesco non è finito e continueremo ad andare avanti per costruire un 21/o secolo più giusto, più pacifico e più equo, e per questo l'Unesco ha bisogno dell'impegno di tutti gli stati".

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Gucci dice basta alle pellicce dal 2018

Inoltre persino sul sito di shop on line Yoox e Net-a-Porter non sono vendute pellicce vere. Ma questa importante decisione presa dalla Maison non è nuova.

SCUOLA - Manifestazione nazionale degli studenti: luoghi e motivi dello sciopero

Il coordinamento Link ha promosso l'inchiesta "Formazione Precaria" sui tirocini degli studenti universitari . Infatti è prevista una grande manifestazione nazionale e uno sciopero contro l'alternanza scuola/lavoro .

Perde il controllo della moto sulla Tangenziale di Napoli: muore un 27enne

L'incidente di Napoli è stato riportato poco dopo dai media locali, per poi essere ripreso dalla stampa nazionale. Napoli , #Notizie di cronaca arrivano del capoluogo della regione Campania.

Huawei Mate 10 Pro poster leaks ahead of October 16 launch

Complimenting this are the phone's 6 GB of random-access memory (RAM) and two options for internal storage: 64 GB or 128 GB. Huawei will be unveiling the Mate 10 and Mate 10 Pro smartphones at a global media event on the 16 in Munich, Germany.

FN insiste: marcia su Roma il 28 ottobre. Minniti: "Non ci sarà"

Roberto Fiore aveva replicato alle critiche negando il carattere "filofascista" della marcia, a suo dire fatta solo per fini "patriottici".

Xbox One X non includerà l'adattatore gratuito per Kinect

Ma non è un prodotto per tutti. "Che vi troviate su una TV a 1080p o una a 4K avrete un'esperienza fantastica ma non è per tutti". Si tratta della console più accessibile e permette di giocare a tutti i titoli.

Mafia, cocaina dall'Argentina per rifornire la movida: colpo ai clan

Le attività di indagine sono state condotte anche all'estero e hanno consentito il sequestro di 5 chili di cocaina . In tutto sono dodici le persone raggiunte da una misura cautelare voluta dalla Procura di Termini Imerese.

X Factor 2017, la seconda parte del Bootcamp con Mara e Levante

La fase finale dei Bootcamp quindi, secondo quanto dichiarato dal sito ufficiale di X-Factor sarà scoppiettante. Nella brevissima clip, si sente il "buu" del pubblico presente, evidentemente contrariato.

Lufthansa pronta a rilevare Air Berlin. Stessa sorte per Alitalia?

Air Berlin ha mantenuto l'operatività da agosto grazie al finanziamento di 150 milioni di euro del governo tedesco. Lufthansa è infatti in corsa per l'acquisizione della compagnia aerea italiana.

Dovizioso, il Mondiale è apertissimo

Noi dobbiamo cercare di sfruttare al massimo il potenziale che abbiamo: "questo è quello che bisogna fare adesso". Qui il livello è altissimo, basta un niente per trovarsi indietro: basta poco, puoi fare settimo o podio.