• Notizia
  • Salute

Marti dice addio a Fitto e passa alla Lega insieme ad Altieri

Marti dice addio a Fitto e passa alla Lega insieme ad Altieri

Il leader del Carroccio, infatti, ha presentato alla Camera nel corso di una conferenza stampa l'ingresso nel gruppo di due deputati ex fittiani: Nuccio Altieri e Roberto Marti. Gli fa eco Matri sottolineando come "a questa Lega non più solo Nord ma nazionale crediamo molto e siamo pronti ad andare avanti".

Entusiasta il commento di Caroppo.

Il progetto di una Lega nazionale di Matteo Salvini si allarga anche alla Puglia.

"La presenza e il contributo di due parlamentari - prosegue - renderanno certamente ancora più forte l'area politica che in questa Regione intende declinare finalmente sul serio le parole chiave del sentimento profondo di tutti gli italiani: difesa dei principi tradizionali e delle identità territoriali, sicurezza, famiglia e libertà educativa, libertà d'impresa, lotta all'oppressione fiscale, merito, sussidiarietà".

All'interno di Direzione Italia, ha raccontato Altieri, "c'è stato un lungo dibattito tra chi, come me e Marti, aveva posizioni vicini alla Lega, perché bisogna fare sintesi ed è inutile complicare il quadro con dieci venti partititi e partitini, e altri che erano più legati a una tradizione culturale democristiana e quindi tendono verso il centro, e francamente in un centro anni 80 non mi riconosco".

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Mafia catanese infiltrata a Messina A capo il cognato di Nitto Santapaola

Sono state, infine, sequestrate, tre autovetture, tre immobili siti in Messina e 17 conti correnti. Sequestro da 8 milioni di euro ai Romeo , legati a imprenditori e amministratori peloritani.

The Economist, tragica sentenza: "Mr. Renzi ha rottamato il Pd"

Sulla sua pagina web, non risparmia critiche al Segretario del partito. " Una disastrosa performance " definisce così il voto delle elezioni regionali in Sicilia .

Sciopero 10 novembre 2017, trasporti a rischio: orari bus, metro, treni, aerei

Per i treni lo sciopero del personale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane scatterà dalle ore 21 di giovedì 9 novembre . A Napoli l'ANM fa sapere che garantirà corse dalle 5:30 alle 8:30 e dalle 17 alle 20.

Inter, Skriniar: "Sono felice qui in nerazzurro, ma il Barcellona…"

La scorsa stagione l'Inter non ha brillato, per un club simile arrivare tra il settimo e il nono posto è molto poco. Non so nulla di più di quello che è stato scritto sui giornali, e penso anche Karol (il suo agente, ndr).

Milan, Suso è fiducioso: "Il peggio è passato, ora siamo una squadra"

Riprende la parola dicendo: "Tante sono state le occasioni di gara in cui non abbiamo mostrato ciò che sappiamo fare". Tra qualche giorno penseremo al Napoli .

Uber: accordo con Nasa per gestione traffico aereo senza pilota (2)

Il progetto " Elevate " prevede la realizzazione di una rete di piccoli velivoli elettrici , a decollo e atterraggio verticale. Il servizio si chiamerà UberAir e farà parte del progetto di aviazione della società chiamato " Elevate ".

Papa: Che tristezza i telefonini a messa, anche preti e vescovi

Poi, a interrogarsi sul significato delle Letture o su alcune parole del sacerdote. "Niente telefonini", avverte con chiarezza. Sono i preti? Allora che si convertano i preti! E Bergoglio dice no all'utilizzo dei cellulari durante la messa.

Germania: la Corte Costituzionale riconosce gli intersessuali

Il Bundestag è chiamato a legiferare sul "terzo sesso" entro la fine del 2018, hanno precisato i giudici della Corte. Una formulazione che non obbliga i genitori a fare una scelta prematura, talvolta chirurgica, per i loro figli.

Uccide la figlia adottiva di 18 mesi: "E' Satana"

La bambina era già stata portata in quell'ospedale almeno altre quattro volte in passato per fratture e abrasioni. In un sms inviato al marito, l'omicida avrebbe scritto: " E' Satana travestito da bambina".

Antimafia, Cafiero de Raho nuovo procuratore nazionale

Ha condotto numerose inchieste contro la camorra e, in particolare, contro il clan dei Casalesi . Le mani della malavita erano finite sul termovalorizzatore e sul depuratore di Gioia Tauro.