• Notizia
  • Sportivo

Marzabotto, festeggia col saluto romano. Il giocatore: "Sono pentito"

Marzabotto, festeggia col saluto romano. Il giocatore:

Domenica di calcio in provincia, in campo si gioca una partita valevole per la seconda categoria: il Marzabotto ospita il 65 Futa. Esplode il caso a Marzabotto dopo "l'esultanza" per il gol allo scadere nella gara fra i locali e il Futa 65 di Loiano, protagonista Eugenio Maria Luppi, classe 1992. Lo ha fatto in un paese che, 73 anni fa, ha vissuto una settimana di stragi naziste che videro perire 770 persone, da bimbi di poche settimane ad anziani: la cosiddetta strage di Marzabotto, un efferato crimine di guerra compiuto proprio con la complicità della Repubblica Sociale Italiana.

Una partita di calcio di seconda categoria che si trasforma in un episodio di triste attualità.

Ha realizzato il gol della vittoria in rimonta della sua squadra, girando al volo, in extremis, il pallone alle spalle del portiere avversario, e mentre i suoi compagni impazzivano di gioia, si è tolto la maglia da gioco mostrando una t-shirt con la bandiera della Repubblica di Salò e facendo il saluto romano.

Infine, conclude Cardi, "riteniamo necessario che le forze dell'ordine acquisiscano il video per denunciare l'autore di questo oltraggioso gesto che ferisce profondamente i famigliari dei Martiri di Marzabotto". Ribadendo "l'estranietà al fatto, la società comunica inoltre che il calciatore in questione è già stato sospeso dall'attività agonistica e verrà multato secondo il regolamento interno vigente". Mostrare la maglia con un aquila fascista è "un atto premeditato che Marzabotto non giustifica per nessuna ragione", ha detto il sindaco della cittadina emiliana, Romano Franchi, secondo cui "questa amministrazione comunale procederà per le vie legali per chiedere l'applicazione delle leggi esistenti, Scelba e Mancino, che puniscono il reato di apologia al fascismo". "Sono consapevole di aver recato offesa non solo alle associazioni partigiane e antifasciste ma a tutta la comunita' di Marzabotto".

"La mia morosa e mio padre che erano in tribuna". So che nessuna mia parola potrà cancellare né il mio sconsiderato gesto, né il dolore che esso ha causato. Chiediamo immediate misure nei confronti della società 65 Futa che prevedano l'allontanamento del giocatore dai campi di calcio. Secondo il sindaco, si tratta di una questione di rispetto per la memoria di chi ha dato la vita per la libertà e la democrazia. "E per colui che si è reso protagonista di questo gesto, propongo che venga obbligato a visitare il sacrario dove sono stati riuniti i resti delle centinaia di civili inermi trucidati, tra cui tanti bambini, in quella che è una delle più efferate stragi nazi-fasciste, e uno dei campi di concentramento nazisti nei quali tuttora si mantiene viva la tragedia e la memoria dell'olocausto". Aveva infatti appena segnato, il Futa65, che contro il Marzabotto in trasferta si apprestava a festeggiare in pieno recupero l'espugnazione del feudo ospite.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

California, spari in una scuola elementare: 3 morti compreso il killer

Trasportato in ospedale con ferite da arma da fuoco anche un ragazzo di 30 anni. Un testimone ha raccontato che i colpi sparati sono stati un centinaio.

Quanto costa all'Italia non andare ai mondiali?

Molti i fattori che hanno contribuito, a cominciare dalla vendita, ovvia, di gadget, ma anche di televisori. Il processo nei confronti dell'(ex) ct Giampiero Ventura era già iniziato da tempo.

Giallo della pittrice scomparsa, la figlia riconosce il corpo

Era atteso per questa mattina l'interrogatorio di Giuseppe e Simone Santoleri. Il corpo è stato avvistato da un passante, attirato dal cattivo odore.

Malagò: "Se fossi in Tavecchio mi dimetterei"

E' anche un problema culturale, che parte dalla scuola calcio dei ragazzi e da come si insegna ai genitori che stanno in tribuna". Una domanda anche sul commissario tecnico Giampiero Ventura: "Purtroppo è stata una scommessa persa dalla Federcalcio".

Lutto nella politica pugliese, muore l'assessore al Welfare Salvatore Negro

Dal 1995 al 2004, per ben due mandati, è stato sindaco della sua città. È morto Salvatore Negro , assessore regionale al Welfare. Negro, 64 anni , originario di Muro Leccese , è spirato nell'ospedale Vito Fazzi di Lecce dove era ricoverato da qualche tempo.

Pistola su testa a Cc, 3 arrestati

I rapinatori ( Vincenzo Chiofalo , 24 anni, Francesco Quartararo , 25 anni, e Umberto Milazzo , 28 anni) sono stati fermati. Il veicolo è stato ritrovato, solo dopo alcune settimane, nelle vicinanze dell'abitazione del proprietario semi smontato.

Oposición pone en duda nueva negociación con el Gobierno — Venezuela

Portavoces de la MUD y del Gobierno confirmaron el pasado jueves el inicio de una nueva ronda de conversaciones entre ambas partes.

Ventura parla da ex: "Ma non mi dimetto. Futuro? Parlerò con Tavecchio"

Perché ciò che è certo è che la permanenza di Ventura sulla panchina azzurra è solo questione di giorni se non di ore. Un mondiale che per uno strano scherzo del destino si giocò proprio in Svezia .

Donald Trump messes up ASEAN handshake, Twitterati lose it!

Human rights groups had urged Trump to raise in his meeting with Duterte human rights concerns over the Philippines' war on drugs. Previously, Trump also praised Duterte's handling of the war on drugs, saying that Duterte was doing an "unbelievable job".

"Dramma Italia, è fuori dal Mondiale": i quotidiani esteri sulla disfatta azzurra

Lascio ragazzi in gamba che faranno parlare di loro, da Perin a Donnarumma, vorrei dare un grande abbraccio a chi mi ha sostenuto. Che, con un tocco di sincerità, ammette: "Peccato per il campionato del Mondo, ma per noi è un bene".