• Notizia
  • Sportivo

Milan bocciato dall'UEFA: niente voluntary agreement

Milan bocciato dall'UEFA: niente voluntary agreement

Lo svela la Gazzetta dello Sport: "Sul piano dell'immagine il diniego del massimo organismo europeo è uno schiaffo pesante, perché evidentemente l'Uefa non ha dato credito al piano di sviluppo e risanamento presentato dal management rossonero e all'affidabilità e consistenza patrimoniale della proprietà cinese".

Sul piano pratico il rifiuto da parte della federazione calcistica europea (che prevede un congelamento delle sanzioni a fronte di un piano per riequilibrare i conti) costringerà il Milan a subire delle sanzioni, nel caso di un eventuale qualificazione alle prossime coppe europee: l'ammontare delle suddette verrà stabilito nella primavera del 2018 e la società rossonera dovrà rivedere i propri piani. E ora lo scenario per Li Yonghong e tutto il club rososnero si fa poco rassicurante. Ma sull'entità della pena è presto per sbilanciarsi - spiega ancora la rosea -. Era attesa in questi giorni, per la precisione domani, la valutazione della richiesta di voluntary agreement da parte del Milan in merito al Fair Play Finanziario.

Attraverso il proprio sito ufficiale, il Milan ha commentato le indiscrezioni della stampa nostrana sul possibile rifiuto dell'Uefa al 'voluntary agreement'. Siamo pur sempre in un campo sanzionatorio, alternativo appunto al voluntary agreement su cui il Milan sperava per dare seguito al progetto di Li Yonghong. Il settlement agreement prevede delle sanzioni calmierate in termini, per esempio, di limitazioni alle rose e alle spese sul mercato e impone obiettivi di bilancio specifici.

Il Milan si è visto rispedire al mittente la proposta di voluntary agreement: la commissione Uefa, riunitasi per valutare il rientro economico della società rossonera, ha detto no. Secondo quanto emerso, a Nyon non è passata la proposta del Milan in quanto non convincente.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

La sinistra divisa Il conflitto di Grasso

Per il vicesegretario del Pd Maurizio Martina , però "la logica del nemico-vicino non ha nulla di nuovo a sinistra". Intorno a Pietro Grasso si sta organizzando anche nell'Isola il mondo alternativo al Pd con Liberi e uguali .

Bolognano in lutto per il bimbo morto a Firenze

Il piccolo non è sopravvissuto a un intervento di chirurgia vertebrale, il secondo nel giro di poche settimane. La Direzione e il personale dell'Ospedale pediatrico Meyer esprimono cordoglio e vicinanza alla famiglia.

Hamsik, l'agente: "Potrebbe riposare contro il Feyenoord. Non sta rendendo al meglio"

Di certo non è il periodo migliore per Marek Hamsik , centrocampista del Napoli . Fa male perdere al 90', dovevamo sicuramente fare di più per vincerla.

Maggio: "Torniamo al campionato convinti della nostra forza"

In campionato siamo lì e c'è un altro scontro diretto, il campionato è lunghissimo. "Il morare non è al massimo ma i miei compagni daranno una mano".

Biotestamento. La legge approda al Senato: Ius soli all'ultimo punto dei lavori

Lo ha spiegato il capogruppo del Pd a palazzo Madama , Luigi Zanda , al termine della capigruppo. La seduta di oggi dovrebbe cominciare alle 16,30.

Champions, avanzano Roma e Juventus: chi retrocede in Europa League?

Alle terze classificate nei raggruppamenti di Champions vanno poi aggiunte le prime e le seconde di Europa League . Giovedì 15 e 22 febbraio sono le date che vedono in programma il doppio confronto dei sedicesimi di finale .

Etruria, Boschi: "Mai fatto pressioni". Sì ad audizione Ghizzoni

Quello che scrive De Bortoli non è vero - sottolinea, riferendosi a quanto riportato dall'ex direttore del 'Corsera' -. Potrebbero essere "esaurite le audizioni su Banca Etruria ".

Russia, Putin ufficializza la candidatura: "Correrò alle presidenziali del 2018"

"Le autorità russe non ostacoleranno la partenza degli sportivi russi alle Olimpiadi invernali 2018 come atleti neutrali": lo ha dichiarato Vladimir Putin .

Blitz Forza Nuova: Fiore, primo atto guerra contro Pd

Alla redazione di Repubblica è giunta la solidarietà del segretario del Pd Matteo Renzi . Non ci fanno paura . "Quel passato non tornerà #avanti".

Grande Fratello Vip, Cecilia contro Luca Onestini: volano offese

La ragazza ha dichiarato che, dopo aver visto Ignazio per la prima volta, era convinta che non fosse il suo tipo. La permanenza all'interno della Casa più spiata d'Italia ha lasciato un segno in tutti i concorrenti e vip.