• Notizia
  • Esteri

Mais Ogm promosso dal Sant'Anna di Pisa: più produttivo e senza rischi

Mais Ogm promosso dal Sant'Anna di Pisa: più produttivo e senza rischi

Sono le performance del mais Ogm certificate da uno studio condotto da ricercatori italiani della Scuola Superiore Sant'Anna e dell'Università di Pisa, con il co ordinamento di Laura Ercoli, docente di Agronomia e coltivazioni erbacee all'Istituto di Scienze della vita della Scuola Superiore Sant'Anna e pubblicate su "Scientific Reports".

Dall'analisi di 11.699 dati contenuti in articoli di riviste scientifiche accreditate, è emerso che le colture di mais transgenico hanno una resa superiore dal 5,6% al 24,5%, aiutano a ridurre gli insetti dannosi ai raccolti e hanno percentuali inferiori di contaminanti pericolosi negli alimenti, come micotossine (-28,8%) e fumonisine (-30,6%).

Il team ha analizzato 21 anni di coltivazione mondiale di mais 'trans': un periodo compreso tra il 1996, 'anno zero' della produzione, e il 2016. Le api sono infatti considerate un indicatore dello stato di salute della natura e le associazioni di apicoltori denunciano da anni l'impossibilità di coniugare un'apicoltura sostenibile con le colture intensive impestate di sostanze nocive.

Il mais ogm non è rischioso per la salute umana.

Gli autori (Elisa Pellegrino, Stefano Bedini, Marco Nuti, Laura Ercoli) sottolineano che la ricerca ha riguardato esclusivamente l'elaborazione rigorosa dei dati scientifici e non un'interpretazione 'politica' e ritengono che "questa analisi fornisca una sintesi efficace su un problema specifico molto discusso pubblicamente".

I risultati contraddicono completamente chi parla di dannosità dei prodotti Ogm: i dati appena pubblicati permettono di "trarre conclusioni univoche, aiutando ad aumentare la fiducia del pubblico nei confronti del cibo prodotto con piante geneticamente modificate". Quasi 7 cittadini su 10 (69%) considerano gli alimenti con organismi geneticamente modificati (Ogm) meno salutari di quelli tradizionali, mentre l'81% non mangerebbe mai carne e latte proveniente da animali clonati o modificati geneticamente. Lo studio, tuttavia, dimostra che dopo ventuno anni di coltivazione del mais transgenico in tutto il mondo non esiste alcuna "evidenza significativa" di rischi alla saluta umana, animale od ambientale. O quanto meno associano il consumo di Ogm a un rischio per la salute o per l'ambiente. Anche Repubblica Ceca e Slovacchia, continua Coldiretti, hanno abbandonato la coltivazione e si sono aggiunte alla lunga lista di Paesi 'Ogm free´ dell'Unione Europea.

"Per l'Italia gli organismi geneticamente modificati in agricoltura non pongono solo seri problemi di sicurezza ambientale, ma soprattutto perseguono un modello di sviluppo che è il grande alleato dell'omologazione e il grande nemico del Made in Italy" conclude il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo. "Voglio seminare questo prodotto - ha aggiunto - perché voglio mangiare sano e in maniera economicamente compatibile, altro che biologico, che rappresenta una colossale montatura pubblicitaria a scopo promozionale ed è pieno di tossine". Solo Spagna e Portogallo seminano ancora Ogm, ma in misura sempre minore: nel 2017 gli ettari coltivati a transgenico sono scesi da 130.571 a 136.338, secondo la fondazione di ricerca francese Inf'OGM. Le scelte degli agricoltori europei sono la dimostrazione concreta - evidenzia la Coldiretti - della mancanza di convenienza nella coltivazione Ogm nonostante le proprietà miracolistiche propagandate dalle multinazionali che ne detengono i diritti.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Bollette: la Finanza Antitrust ispeziona i big dei telefoni

A denunciare il caso all'Antitrust era stata anche l'associazione Altroconsumo che aveva chiesto il blocco degli aumenti tariffari .

Mantova, via la cittadinanza al Duce. Battaglia di 3 ore e mezza

Cosi' come oggi in molti comuni del paese si e' aperto il dibattito sulla possibilita' di cancellare quella decisione. Ci sono tante città italiane che hanno conferito la cittadinanza onoraria al Duce: solo alcune l'hanno revocata .

Benedetto XVI non ha una malattia neurologica

Almeno stando alle parole del fratello Georg , 94 anni, vescovo bavarese e direttore emerito del coro dei Domspatzen. Se arrivasse al cuore , spiega il fratello 94enne, "allora potrebbe essere finita in fretta".

Sparatoria in Florida, vittime salgono a 17

Mercoledì 14 febbraio un uomo ha sparato [VIDEO ] in una scuola superiore della #Florida che ospita circa 3mila alunni. L'ex studente ha utilizzato un fucile automatico un AR-15 , la sua azione è stata preparata attentamente.

Isola dei Famosi 2018, Francesca Cipriani dovrà testimoniare nel processo Ruby?

Secondo i PM la difesa potrebbe tranquillamente depositare un verbale difensivo firmato dalla Cipriani . Men che meno si può attivare un'improbabile rogatoria internazionale per ascoltarla come testimone .

Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile, le iniziative in Italia

Anche in Italia , ogni anno si ammalano di tumore 2.200 bambini e adolescenti. Tanto resta ancora da fare sul fronte della prevenzione e delle terapie.

Morte Bibi Ballandi, Milly Carlucci riceve la notizia in diretta: è polemica

Bibi Ballandi era nato a Bologna nel 1946 ed oltre ad essere un produttore televisivo era anche un imprenditore. Lui in questi anni ha lottato come un leone contro la sua malattia.

Harry e Meghan presto sposi. Curiosità sul matrimonio più atteso dell'anno

La sera il principe del Galles, Carlo, il papà di Harry , darà un ricevimento privato per la coppia, la sua famiglia e gli amici più stretti.

Nintendo Labo la resistenza sarà parte del divertimento

Nintendo ha dichiarato che offriranno pezzi di ricambio per i fan che rovineranno le loro periferiche di cartone , non è chiaro quanto costeranno.

Ciak, si rigira: il destino degli allenatori alla seconda stagione

Una stagione anomala, dunque, nel segno di quella continuità sempre più rara quando si tratta di allenatori. Una fra queste è rappresentata da Mourinho , capace al secondo anno di vincere al Porto, Chelsea, Inter e Real.