• Notizia
  • Finanza

Antitrust sanziona Wind Tre: multa da 4.250.000 euro

Antitrust sanziona Wind Tre: multa da 4.250.000 euro

L'Agcm, infatti, nella sua adunanza del 28 marzo 2018, ha sanzionato per una pratica commerciale scorretta Wind Tre. E ometteva di indicare tutte le condizioni (e i limiti) della sua fibra ottica.

Per quanto riguarda i servizi in mobilità, - si legge in un comunicato stampa - sono risultate omissive le informazioni sui costi del traffico extrasoglia una volta esauriti i giga inclusi nell'offerta. In particolare, usando espressioni come Free Unlimited Plus e Naviga senza pensieri alla massima velocità con la rete 4G LTE di 3 unitamente all'assenza di adeguata informativa sui costi aggiuntivi, l'azienda ha fatto erroneamente credere ai clienti di disporre di traffico completamente illimitato in upload e download. Ecco spiegata la decisione dell'AGCM di irrogare una sanzione di oltre 4 milioni di euro.

Dalla considerazione di questi fatti, l'Autorità afferma che il consumatore non è stato messo nelle condizioni di individuare gli elementi che distinguono, concretamente, le diverse tipologie di offerta.

Un comportamento, quello di Wind Tre, aggravato "dall'importanza del settore economico interessato, caratterizzato da modelli di consumo ed esigenze degli utenti che stanno mutando radicalmente a fronte di una crescente offerta di servizi digitali", ha concluso l'Antitrust.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Cronaca ultime notizie: Terremoto Marche: la situazione degli sfollati il giorno dopo

Avvertita nelle province di Macerata , Ancona, Pesaro, in Umbria, in parte della Toscana , nel Lazio, nell'Aquilano e a Roma . All'incirca un'ora fa la terra ha tremato anche in Grecia , ed esattamente nella zona delle Isole del Dodecaneso.

Siria: usa - Russia tensione alle stelle. Trump minaccia lancio di missili

Con Teheran che ha già avvisato che il blitz "non rimarrà senza risposta", alimentando ulteriori tensioni. Una cosa è certa: "Le risposte prevedranno l'uso della forza", come ribadisce lo stesso Trump .

Il progetto per trasformare la Manifattura Tabacchi

Se desideri inviare l'articolo a più persone, inserisci gli indirizzi e-mail di tutti i destinatari separati da una virgola. Per trasmettere l'articolo a chi desideri, inserisci il tuo nome, il tuo indirizzo e-mail e quello del destinatario.

Milan, pronto l'assalto a Callejon se dovesse partire Suso

Una cifra alla portata della società milanista, che nelle prossime settimane potrebbe passare dal semplice gradimento ai fatti. Callejon , dunque, potrebbe prendere il posto di Suso , quest'ultimo finito nel mirino proprio del Napoli .

Operazione "Falsariga" della Guardia di Finanza e dell'Ufficio delle Dogane di Genova

La società importatrice non possedeva alcuna licenza o autorizzazione a usare il marchio. La merce era a bordo di una nave proveniente dal Sud-Est asiatico.

Incendi, cassonetti dei rifiuti in fiamme nella notte a Palermo

È stata una notte impegnativa per le squadre dei vigili del fuoco e anche per le volanti della questura e dei carabinieri. In via Barone, nella zona Oreto, le fiamme hanno avvolto diversi cassonetti, in fiamme cumuli di rifiuti.

Terremoto, nuova scossa in provincia Macerata magnitudo 3.4

E' quanto riferisce una nota della Protezione civile della Regione Umbria. "Dobbiamo ricominciare tutte le verifiche". Dopo quest'evento, altre scosse minori sono state registrate per tutta la notte.

Di Maio, Cav lasci governo a giovani

Tutto quello che ci siamo detti in questi anni resta ma so che c'è un processo di ricostruzione al suo interno. La pazienza degli italiani è tanta, ma non infinita.

AIA, Nicchi: "Sciopero degli arbitri? Ci stiamo divertendo"

I direttori di gara sono sul piede di guerra e la situazione potrebbe clamorosamente precipitare nella giornata di oggi. " Mai parlato di sciopero , è l'ultima cosa che faremo qualcosa dovessimo accertare di non essere ascoltati".

Pedofilia, foto e abusi sui minori: magistrato a processo

Tutto ciò anche nell'ambito di chat con altre persone interessate allo scambio di foto hard di minorenni, alle quali Amato partecipava.