• Notizia
  • Scienza

Xiaomi Mi 6X, probabile annuncio il 25 aprile

Xiaomi Mi 6X, probabile annuncio il 25 aprile

Mediante il proprio account ufficiale sul social network cinese Weibo, Xiaomi ha confermato in queste ore di aver indetto una conferenza stampa il 25 aprile prossimo propedeutica all'ufficializzazione di un nuovo smartphone Android. Stando alle voci che si stanno sviluppando online, sembra proprio che il nuovo dispositivo della casa cinese sia Xiaomi Mi 6X, che è stato recentemente certificato dall'ente di regolamentazione delle telecomunicazioni TENAA in Cina. Sede, la China's Wuhan University. Xiaomi sta attualmente lavorando al lancio di due telefoni, il 'top di gamma' Xiaomi Mi 6X e Xiaomi Mi 7. Se interessati ad uno dei prodotti in offerta non vi resta che cliccare sul link qui di seguito. Si ipotizza che il Mi 6X sarà equipaggiato con una fotocamera frontale IMX376 Sony da 20 megapixel, mentre sul retro sarà montata una doppia fotocamera IMX486 Sony da 12 megapixel con IMX376 Sony. Secondo le rilevazioni della TENAA, lo smartphone in questione sarà caratterizzato dallo stesso display da 5.99 pollici di tipo IPS a risoluzione Full HD+ e rapporto di aspetto in 18: 9 già utilizzato da Xiaomi sugli attuali Redmi 5 Plus e Redmi Note 5 / Redmi Note 5 Pro. Non dovrebbero esserci comunque sostanziali differenze tra i due processori. Troviamo poi Xiaomi Mi A1 con Android stock a soli 154,84 euro, mentre Xiaomi Mi Mix 2 viene offerto a 513,44 euro nella variante con 8 GB di RAM e 128 GB di storage integrato.

Si dibatte anche sul chipset che equipaggerà Xiaomi Mi 6X: Snapdragon sì, ma 626, 630 o 660 SoC? Per quanto riguarda la batteria, pare che sarà da 2.910 mAh con supporto per funzionalità di ricarica rapida.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Il bimbo nato quattro anni dopo la morte dei suoi genitori biologici

Il mese scorso hanno festeggiato i suoi primi cento giorni di vita con una piccola festa. Ufficialmente, il papà e la mamma saranno in viaggio, in un Paese lontano.

Spia russa: Yulia Skripal dimessa dall'ospedale

La vicenda ha innescato una grave crisi diplomatica tra i due paesi. Più lenta la ripresa del padre, 66 anni. Yulia Skripal ha lasciato l'ospedale.

Samsung Galaxy Note 9, pronto il salto verso gli 8GB di RAM

Possiamo dargli torto? Sicuramente l'ultimo flagship offrirà dei chiari vantaggi, ma l'ex top di gamma 2016 non si fa di certo mettere i piedi in testa.

Macron: abbiamo le prove che Assad ha usato armi chimiche

"Abbiamo la prova che la settimana scorsa sono state utilizzate armi chimiche in Siria da parte del regime", ha aggiunto Macron . In ogni caso, gli Stati Uniti , sotto la mia amministrazione, hanno fatto un ottimo lavoro per liberare la regione dall'Isis.

Candreva colpisce steward con una punizione: milza asportata

Marco ha sentito dolore, ma ha terminato il suo servizio pensando si trattasse di qualcosa di passeggero. Il tutto per una semplice punizione calciata in curva.

Rainbow chiede ammissione, le Winx sbarcano in Borsa

Il gruppo stima che l'offerta, inclusa l'opzione Greenshoe, possa avere ad oggetto fino a massimo il 40% del capitale sociale di Rainbow e "non sarà contendibile anche ad esito dell'offerta".

Alice modella scomparsa, ritrovata: il messaggio del padre su Facebook

Al momento della scomparsa la ragazza, capelli e occhi castani, alta circa 163 cm, indossava un giubbotto tipo "bomber" grigio e nero con pellicciotto marrone nel cappuccio e un braccialetto di plastica rosso molto vistoso. "Torna - aveva detto la donna rivolgendosi alla figlia - amore, torna da me".

Vazquez e Ronaldo in coro: "Benatia? Rigore netto", "Proteste ingiustificate"

Lo stesso portiere bianconero viene espulso dall'arbitro inglese poco dopo per le veementi proteste. Il direttore di gara sarebbe stato ingannato dalla posizione dietro ai calciatori.

Regione Abruzzo, D'Ignazio e Mazzocca assessori di fine mandato

Di Matteo invece rimarrebbe con Regione Facile, con la delega alle opere pubbliche e ai Parchi. Si rispetteranno integralmente le leggi regionali e del Senato.

Le mani dell'Antimafia sull'impero di Michele Zagaria: 2 arresti tra i Casalesi

Gli arrestati sono gravemente indiziati del reato di partecipazione ad associazione per delinquere di tipo mafioso. E in particolare alla fazione del boss Michele Zagaria .