• Notizia
  • Esteri

Nuove affiliazioni e ordini dal carcere: 12 arresti, colpo alla Scu

Nuove affiliazioni e ordini dal carcere: 12 arresti, colpo alla Scu

In particolare c'era la concreta intenzione di colpire alcuni componenti della direzione antimafia di Lecce, e le indagini sono partite da un carcere di massima sicurezza dove sono detenuti alcuni esponenti della "Sacra": attraverso le registrazioni si è potuta appurare la volontà di colpire i pm antimafia.

Le indagini hanno permesso di accertare come due detenuti, noti appartenenti all'associazione mafiosa della S.C.U.

Due degli arrestati, considerati i boss dell'organizzazione, impartivano agli altri ordini dal carcere attraverso pizzini o chiamate effettuate con un cellulare detenuto illegalmente.

Le indagini, svolte nel periodo compreso tra luglio e dicembre 2017, su impulso della Polizia Penitenziaria di Terni, hanno, di fatto, smantellato la linea di comando di una cellula criminale che fa riferimento ad una frangia storica della S.C.U.

Non solo. Sarebbero stati mantenuti contatti con numerosi altri soggetti ristretti in vari istituti penitenziari italiani, attribuendogli l'investitura mafiosa e, in alcuni casi, sancendone l'affiliazione. Agli altri 3, già detenuti, è stato notificato il provvedimento coercitivo direttamente presso il luogo di detenzione.

Sgominata un'organizzazione criminale attiva nel brindisino.

In arresto sono finiti: Raffaele Martena, 32 anni, di San Pietro Vernotico; Antonio Campana, 39 anni, nato in Germania; Jury Rosafio, 41 anni, di Brindisi; Igino Campana, 53 anni, di Mesagne; Ronzino De Nitto, 43 anni, di Mesagne; Fabio Arigliano, 47 anni, di Brindisi; Mario Epifani, 37 anni, di Brindisi; Andrea Martena, 32 anni, di Brindisi; Andrea Polito, 29 anni, di San Pietro Vernotico; Vincenzo Polito, 33 anni, di San Pietro Vernotico; Enzo Sicilia, 33 anni, di Mesagne; Nicola Magli, 38 anni, di Brindisi.

Per tutti è stata contestata anche l'aggravante di appartenere ad un'associazione armata.

Numerose le perquisizioni, operate con l'ausilio della Polizia Penitenziaria, che hanno interessato anche diversi detenuti, ristretti in Istituti di Pena di altre province italiane, in contatto con gli arrestati. Per riuscire nel progetto di fuga, il recluso era entrato a far parte di una compagnia teatrale formata da detenuti e in occasione di una rappresentazione teatrale avrebbe fatto in modo di reperire un particolare filo, il cosiddetto "capello d'angelo" che gli avrebbe permesso di segare le sbarre e tentare, così, l'evasione.

Tali circostanze, portate all'attenzione dell'A.G. inquirente, hanno determinato quest'ultima nell'attuare, in concomitanza con l'esecuzione delle misure cautelari emesse, un'ampia attività di controllo sia sui destinatari del provvedimento già detenuti sia su altri reclusi che hanno avuto contatti con i capi e/o promotori dell'associazione mafiosa di cui si è detto.

Lascia il tuo commento


Ultime notizie

Ultime notizie



Consigliato

Como, in permesso con Legge 104 era in vacanza a Dubai: denunciato

Il problema era che invece di passare le sue giornate al capezzale della madre si trovava in vacanza, con la famiglia, a Dubai. Como, dipendente pubblico in permesso per assistere la madre.

Visita lampo di Mattarella al Gaslini e all'IIT di Genova

Subito dopo il presidente Mattarella si è trasferito in visita ad un'altra eccellenza genovese: l'Istituto Italiano di Tecnologia. Genova - Oggi, martedì 15 maggio, è il giorno della visita del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella , a Genova .

Air Italy punta a trasportare 10 milioni di passeggeri entro il 2022

Ingredienti che combinati a professionalità e competenze ne fanno "una compagnia full service, un nuovo punto di riferimento per i passeggeri italiani".

Debito pubblico, cresce ancora a marzo: +15,9 miliardi a 2.302,3

E' quanto emerge dal fascicolo "Finanza pubblica, fabbisogno e debito " della Banca d'Italia . Un incremento dovuto principalmente al fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche.

"L'intervista" di Maurizio Costanzo: la prima ospite sarà Romina Power

Se ho mai visto Romina a Cellino? Non resta che aspettare l'eventuale replica del giornalista. Sposarlo ... È una cosa strana che mi lega ad Al Bano , un legame indissolubile ...

Solo: A Star Wars Story

Ci sono cresciuto, è il primo giocattolo che abbia mai avuto, quindi non prendo alla leggera questo ruolo. Ed è sempre stato nella sceneggiatura".

Beautiful, anticipazioni puntata del 15 maggio: Liam denuncia Bill

Bill ormai è in procinto di chiudere l'affare della Spectra, ma Liam irrompe nell'ufficio e prova a bloccare tutto. In ospedale Sally chiede a Thomas se resterà, ma lui le dice che ora deve occuparsi di Douglas e Caroline .

Juventus nella leggenda: settimo Scudetto consecutivo

Le voci su Dzeko le avete pagate? IL CALO DI GENNAIO - "A gennaio c'è stato un calo, ma non era il primo anno che succedeva". Per la decima volta - e lo sanno bene i "gobbacci" residenti nella capitale - Roma porta bene ai colori di casa Juventus .

Calciomercato Inter, il ds Ausilio su de Vrij: "Lazio avvisata a marzo"

Non si tratta di decisioni tecniche, non abbiamo nessun dubbio e i dubbi, semmai, li hanno avuti gli altri. Non mi interessa e non voglio saperlo, mi interessa quello che riguarda i calciatori dell'Inter .

Ciak, si rigira: il destino degli allenatori alla seconda stagione

Una stagione anomala, dunque, nel segno di quella continuità sempre più rara quando si tratta di allenatori. Una fra queste è rappresentata da Mourinho , capace al secondo anno di vincere al Porto, Chelsea, Inter e Real.